Modifiche al traffico in Via Mazzini? ” Vogliamo un centro per le persone, non per le auto”

Il Pd dubbioso sulla proposta allo studio del'amministrazione Cassani. "Preoccupati da possibile riapertura alle auto fin davanti alla chiesa di san Pietro"

gallarate apertura aerea centro storico basilica

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Pd Gallarate sull’ipotesi di una inversione del senso unico di via Mazzini e di un eventuale prolungamento dell’area aperta alle auto fino a via Turati

Vogliamo un centro per le persone, non per le auto

La proposta di inversione del senso di marcia di via Mazzini, recentemente pubblicizzata sulla stampa locale, merita un paio di considerazioni.

Senza addentrarci troppo nello specifico della questione – che andrebbe, crediamo, affrontata nella cornice di uno studio del traffico seriamente impostato – non riusciamo a mettere a fuoco i benefici di questo cambiamento, mentre i limiti ci sembrano ben chiari: cosa accadrebbe al contorno? L’ingresso da Corso Sempione come avverrebbe? Sarà possibile entrare solo provenendo da nord o anche da via Roma/piazza Risorgimento? E anche se i flussi in entrata aumentassero, i posti auto rimarrebbero gli stessi di oggi, che sono in gran parte occupati per buona parte del giorno; i commercianti trarrebbero un effettivo beneficio da un aumento del traffico in una via angusta e dalle possibilità di sosta comunque limitate?

Ciò che ci preoccupa seriamente è però la ventilata possibilità che il tratto di via Mazzini oggi pedonale sia riaperto alle auto fin davanti alla chiesa di san Pietro: sarebbe interessante conoscere il parere delle attività commerciali interessate da questa che sarebbe una clamorosa marcia indietro, un vistoso regresso che – questo sì – arrecherebbe danni al centro storico, di fatto rimpicciolendolo e rendendolo meno vivibile. Noi crediamo, e crediamo che questa sia anche la risposta a ciò che i gestori di molte attività auspicano, che porzioni sempre maggiori di centro storico debbano essere rese più accessibili a chi si muove a piedi, alle mamme e i papà con i passeggini, a chi si muove in bicicletta. Più auto che si muovono in via Mazzini significano ancora meno persone invogliate a venirci a piedi da piazza Libertà: è questo che vogliamo? O preferiamo piuttosto lavorare per avere una piazza Garibaldi almeno in parte liberata dalle auto, pavimentata, arredata da alberi e panchine? Per un centro storico abbellito anche oltre la zona pedonale, in cui la mobilità dolce sia favorita rispetto ai mezzi a motore?

Questo è un invito che rivolgiamo al sindaco e a tutta la giunta: è giunto il momento di scendere dall’auto e di metterci a camminare: ci si guadagna in salute, si pensa e si vive meglio, magari si riesce anche ad immaginare una città diversa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore