Fa visita a una prostituta e finisce derubato

"È tornato il mio fidanzato, scappa, quello ti ammazza". E nel parapiglia la donna e il complice si portano via 650 euro

carabinieri polizia varie

Fa “visita” a una prostituta, si ritrova nel mezzo di una (finta) lite e finisce derubato.

Per sua fortuna il giovane protagonista di questa vicenda ha avuto la prontezza di chiamare i carabinieri, recuperando soldi e documenti e uscendo pressoché indenne.

L’operazione è scattata su richiesta del giovane, che ha richiesto l’ intervento dei militari di Legnano. Arrivato a casa di una prostituta 44 enne, si era intrattenuto nei locali dell’abitazione dalla donna, mentre un complice sottraeva dai pantaloni dell’uomo 650 euro e un documento d’identità.

Il complice della prostituta – un 45enne – ha simulato poi il proprio rientro a casa fingendosi di fidanzato della donna. Parapiglia, la prostituta si è gentilmente data da fare per agevolare la fuga precipitosa in strada del giovane cliente. «Scappa, quello ti ammazza». Il giovane è finito fuori casa e solo allora si è accorto della mancanza del denaro e ha deciso di rivolgersi ai carabinieri.

I militari del Nucleo Operativo Radiomobile sono arrivati in posto, hanno recuperato la somma e i documenti e hanno arrestato i due malfattori.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore