Controllo del territorio, tre denunciati dai carabinieri di Luino

Allacci abusivi della luce, rifiuti speciali mal conservati e uno straniero irregolare con diversi alias il bilancio dell'operazione

Avarie

I carabinieri della compagnia di Luino, nell’ambito di un servizio coordinato disposto territorio, hanno denunciato 2 italiani ed uno straniero irregolare, controllato 7 esercizi pubblici, 56 autoveicoli ed identificato 125 persone.

I controlli sono stati disposti allo scopo di intensificare l’azione di prevenzione e contrasto ai reati predatori in genere, con particolare riferimento ai furti in abitazione.

Nel corso del servizio, i carabinieri di Laveno Mombello hanno scoperto un deposito abusivo di materiale accatastato presso una ditta operante nel settore della compravendita di mobili ed oggetti usati che, così facendo, aveva
posto in essere una “gestione illecita di deposito incontrollato di numerose tipologie di rifiuti speciali (come legno, materassi, plastica, ceramica, ferro)”.
Al titolare sono state notificate delle prescrizioni per il ripristino del luoghi e affinché provveda allo smaltimento regolare del rifiuto così come indicato dalla normativa speciale in materia.

I Carabinieri di Cuvio, dalla segnalazione ricevuta da un cittadino che aveva visto dei fili elettrici attaccati in modo inusuale sul pianerottolo di casa, hanno riscontrato un allacciamento abusivo alla rete elettrica nazionale da parte di un 47enne residente in zona Ferrera di Varese. Per lui si è proceduto alla denuncia a piede libero per furto aggravato di energia elettrica ed i tecnici della società hanno poi provveduto al ripristino delle condizioni di sicurezza degli impianti.

I militari della stazione di Luino, nell’ambito di un controllo presso una sala giochi del centro, hanno identificato un cittadino serbo 29enne che risultava gravato da un provvedimento di rintraccio.

Infatti sul suo conto sono emersi numerosi alias ma, soprattutto, diversi provvedimenti emessi da varie questure con l’ordine di uscire dallo stato italiano, mai ottemperato. L’uomo è stato nuovamente denunciato con la prescrizione di presentarsi in questua a Varese per definire l’iter necessario all’espulsione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 febbraio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore