Dj set e Jama Trio, fine settimana al Twiggy

Venerdì sera si parte con la serata MadSoundsystem dj-set; sabato 17 febbraio invece, c'è Pogodisco - dj-set a cura di Deejay Dave mentre si chiude il fine settimana con il blues

Musica Generica

Fine settimana al Twiggy Cafè con, venerdì sera, la serata MadSoundsystem dj-set; (ore 21:30, ingresso libero). Roberto “Robba” Ranghieri ha la capacità di mixare qualunque cosa ma da anni è specializzato in musica world, come balkan, cumbia, arab, afro, reggae, dub, swing, klezmer e folk, tutte contaminate da bassi ed elettronica. Ogni djset è un’ondata di piena, devastante e indomabile. Propone djset a tema ma se gli date carta bianca mischia tutti i generi in assenza di regole per offrirvi un set virtuoso, incontenibile e spiazzante che con sapiente follia trasporta il pubblico in territori inaspettati, dal sottosuolo di vecchie città europee all’ombra dei vicoli mediterranei, dai grattacieli metropolitani alle foreste sudamericane, sempre a caccia di nuove sonorità.

Sabato 17 febbraio invece, c’è Pogodisco – dj-set a cura di Deejay Dave (ore 21:30, ingresso libero). Davide Monteverdi aka Deejay Dave è un agitatore notturno borderline, blogger musicale, performer per vocazione e modello per caso. Deejay per congiuntura economica e sound designer per pigrizia mette i dischi per i brand e i club più rinomati, ma non vuol saperne di comportarsi per benino se il party schizza ormoni e sudore a pioggia. Slamdancer professionista, headbanger per definizione, ha capitanato per anni la celeberrima one night del giovedì milanese, RAZZPUTIN, facendo di pubblico e consolle una cosa sola. Il suo stile è davvero unico e miscela con anarchica sapienza Rock and Roll, Electro, Indie Rock, Disco Punk, New Wave, Surf, Ska e tutto quello che gli passa per la testa senza distinzione tra i grandi classici e le novità.

Domenica, si chiude il fine settimana con Jama Trio (ore 21:30, ingresso libero) che presenterà l’ultimo lavoro discografico “A Process”. Tra tradizione e innovazione il trio si muove tra suoni acustici, accenni di elettronica, country, blues e indie-folk miscelando tutto per un concerto insolito, emozionante e coinvolgente che in questi ultimi anni li ha visti partecipare ad importanti festival come Pistoia Blues, Buscadero Day, Wired Next Fest.A

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 febbraio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore