“Mia figlia autistica chiusa in ascensore: grazie per averla salvata giocando”

La lettera di elogio della mamma di una ragazza "speciale" ai soccorritori. Vigili del fuoco e 118 hanno saputo trattare con delicatezza una situazione difficile

Avarie

Essere veloci senza mai perdere la capacità di relazionarsi con gli altri. Gestire un’emergenza è affare da professionisti. Ma a volte le questioni tecniche devono lasciare il posto a quelle umane. Per questo è bello pubblicare la lettera di questa mamma che ringrazia i soccorritori per l’abilità nell’aprire le porte di un ascensore bloccato, ma soprattutto per aver capito e gestito una situazione delicata sul piano umano. (ac)

La lettera

Poche volte viene valorizzato il lavoro dei nostri Vigili del Fuoco, dei medici e degli operatori sanitari negli interventi di routine.

Oggi il nostro grazie va a tutti loro, come mamma di Serena, ragazza con sindrome autistica e come presidente di un’associazione che si occupa di tutela delle fragilità.

Proprio mentre i miei figli erano in ascensore c’è stato un blackout nell’intera zona dove abitiamo, non tutti possono capire la paura che un genitore con una ragazza speciale può provare nel saperla chiusa dentro con il fratello, se le fosse venuta qualche crisi comportamentale? Fortunatamente il fratello è un bravissimo educatore ed ha saputo gestire la situazione…

La tempestività e la professionalità di chi opera per la nostra incolumità ha fatto si che Serena non si accorgesse di nulla, interpretando la situazione come fosse un gioco.

Questa esperienza ci fa capire come la preparazione e la capacità di queste professioni porti a non sottovalutare nessun tipo d’intervento, agendo nel modo più appropriato, considerando la tipologia della persona da soccorrere.

Ancora grazie!

Emanuela R.
(Mamma e presidente dell’Associazione)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 febbraio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore