Il Sestante racconta la trasformazione urbana di Porta Nuova

Ventiquattro foto di grande formato, scattate dai soci del fotoclub, ritraggono il quartiere di grattacieli nato a stretto contatto con il tessuto storico della città di Milano

gallarate generico

Nell’ambito del festival Filosofarti, il Fotoclub Il Sestante – benemerito sodalizio gallaratese – propone una mostra sul “Progetto Porta Nuova”.

La mostra fotografica propone 24 immagini firmate dai soci del Fotoclub, in bianco e nero e a colori, stampate su canvas di cotone in formato 40×60 fine art.

Porta Nuova è no dei più grandi progetti urbanistici che dato un volto nuovo alla città di Milano, a stretto contatto con il tessuto storico dei quartieri di Porta Nuova e Isola (un tema, tra l’altro, indagato dal grande fotografo milanese Gabriele Basilico). “Il lavoro, durato alcuni mesi, ha inteso realizzare una rappresentazione articolata e armonica del complesso architettonico Porta Nuova a Milano nel contesto della vita cittadina” spiegano dal fotoclub. “Il lavoro si inserisce nel tema: Educazione alla bellezza – estetica”

Il vernissage della Mostra è in programma sabato 24 febbraio, dalle 16:00 alle 18:00, con la prolusione dell’architetto Michele Miano “Il valore estetico educativo dell’architettura”

La mostra resterà poi aperta al pubblico fino a domenica 4 marzo 2018 nella bella sala di via S Giovanni Bosco 18 a Gallarate.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 22 febbraio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore