Soldi in nero per le cooperative, arresti in Brianza

Commercialista arrestato, inchiesta della Dda e della Finanza di Varese che parte della false fatture in Brianza e arriva fino ai clan

Guardia di Finanza LUino

L’indagine “Security” dell’Antimafia di Milano porta in carcere anche il commercialista brianzolo Pasquale Angelino  per i reati di emissione di false fatturazioni e concorso in bancarotta fraudolenta. La guardia di Finanza di Varese ha eseguir nuovi provvedimenti ordinati dai pm Ilda Bocassini e Paolo Storari della Dda di Milano. Sono state sottoposte a sequestro le quote di 10 società, e 153mila euro.

Angelino è originario della provincia di Napoli, ma da anni residente in provincia di Lecco. Gestiva una rete di società cooperative con sede tra le province di Milano, Monza Brianza, Lecco e Napoli, grazie a dei prestanome, e ha emesso dal 2015 al 2017 fatture per operazioni inesistenti, per un importo di oltre 2,5 milioni di euro.

Come? Il professionista riceveva i bonifici, ma poi restituiva i soldi in contanti alle società beneficiarie e a lui spettava il 6 per cento dell’importo.

Il giro era legato alla criminalità pugliese,  di recente è stato anche arrestato il vicepresidente del Foggia Calcio Ruggiero Massimo Curci. E proprio lui deteneva la contabilità anche di 91 società di autotrasporti utilizzate per far risultare finti costi di carburante mai sostenuti (72,2 milioni di euro relativi a spese di carburante e imposta evasa pari a 32,3 milioni di euro).

Così la Dda ha emesso un decreto di sequestro preventivo pari a 32,4 milioni di euro. Indagata anche una consulente fiscale con studio in provincia di Bergamo, che gestiva due cooperative di lavoro bergamasche, destinatarie delle false fatturazioni di Angelino per un importo di oltre 2,7 milioni di euro nel periodo 2015-2017. L’indagine denominata “Security” finora ha portato all’esecuzione di 22 arresti e sequestri per quasi 35 milioni di euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 febbraio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore