Vaccinazioni obbligatorie: sono quasi 20.000 i minori non in regola

Fino al 31 dicembre scorso si erano vaccinati o prenotati in 5426. Entro il 10 marzo i più piccoli dovranno presentare i documenti per poter essere ammessi a nidi e scuole dell'infanzia

Vaccinazioni

Si avvicina il 10 marzo e il tema delle vaccinazioni “obbligatorie” torna alla ribalta. Il termine, infatti, è stato indicato dal Ministero della Salute come ultimo giorno per “mettersi in regola” ; dal giorno successivo gli inadempienti non potranno più andare nelle scuole dell’infanzia e nei nidi.

Il monitoraggio spetta all’Ats Insubria che sta raccogliendo i dati per conto del Ministero. L’ultima rilevazione risale al 31 dicembre.

In quella data, dei 25.119 soggetti, tra 1 e 16 anni, che risultavano non vaccinati o non completamente adempienti ( circa il 12,4%) avevano chiesto le dosi vaccinali in 3589 mentre altri 1837 avevano ottenuto l’appuntamento  per essere vaccinati entro il 10 di marzo. Di questi : 878 sono prenotati negli ambulatori dell’Asst Sette Laghi, 410 in quel dell’Asst Valle Olona e 549 in quelli dell’Asst Lariana. Tra i bambini e i ragazzi non in linea con le prescrizioni ministeriali rientrano anche quanti non hanno fatto magari un richiamo solo in base all’età dal calendario vaccinale regionale.

Cosa succederà il 10 di marzo? Il Ministro Lorenzin è stata categorica: « Saranno ammessi quanti risulteranno in regola o potranno dimostrare di avere l’appuntamento». Per gli altri, i dirigenti scolastici dovranno procedere con l’esclusione. Se non si porterà la documentazione necessaria, non si potranno accogliere in classe i bambini.

È certo, infine, che i documenti che attestano la regolare assunzione delle dosi previste dalla propria coorte di nascita saranno indispensabili per l’iscrizione al prossimo anno scolastico di nidi e infanzia. Invece, per gli alunni della scuola primaria, della secondaria di primo e secondo grado fino a 16 anni, l’obbligo vaccinale non costituisce requisito di accesso e frequenza.

Tutto quello che c’è da sapere sulle vaccinazioni

di
Pubblicato il 14 febbraio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore