240 specialisti pronti alla presa in carico i pazienti cronici

L'Asst Valle Olona ha organizzato il suo percorso introdotto dalla Riforma sanitaria. Il primo incontro serve a spiegare tutti i passaggi e a stabilire il percorso che sarà definito nel PAI

ospedale busto arsizio

120 clinical manager e 120 case manager formati e pronti ad accogliere i pazienti cronici che scelgono l’Asst Valle Olona come gestore della propria malattia.

Dal mese scorso, l’azienda ospedaliera di Busto Arsizio ha attivato il canale speciale, introdotto dalla riforma sanitaria lombarda, che prevede una diversa modalità di assistenza dei pazienti cronici.
Le lettere stanno arrivando dalla Regione a casa dei malati e chi telefona al call center regionale per aderire alla assistenza, si vede fissare l’appuntamento con gli specialisti della Valle Olona nei suoi tre ospedali di riferimento di Busto, Gallarate e Saronno.

Ogni paziente viene ricevuto da un medico e da un infermiere formati che, dopo il colloquio e la valutazione multidimensionale, assegnano l’utente allo specialista più appropriato.

La presa in carico avverrà in un secondo momento, nell’ambulatorio individuato e comporterà con una visita accurata, magari polispecialistica: solo a questo punto verrà sottoscritto il PAI, il Patto di Assistenza Individualizzato.

Fino a giugno, l’Asst ha riservato 1467 posti nelle agende dei tre ospedali di Busto, Saronno e Gallarate per il colloquio informativo e la presa in carico.

Le visite che portano alla sottoscrizione del PAI saranno più complesse di quelle tradizionali e richiederanno più tempo: per questo, occorrerà ritarare le agende dei diversi ambulatori coinvolti per bilanciare anche all’altra utenza non cronica.

Cosa accadrà dopo è ancora da pianificare: si hanno idee e percorsi che andranno modulati a seconda delle risposte che arriveranno e dei PAI sottoscritti.

Per l’organizzazione, l’Asst Valla Olona ha coinvolto anche i sumaisti, specialisti in libera professione, che già collaborano con l’ospedale.

di
Pubblicato il 14 marzo 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore