Al forum mondiale sull’acqua ci sarà anche Giulia

La studentessa del liceo artistico Don Milani è stata scelta dal Ministero per rappresentare l'Italia all'8° World Water Forum di Brasilia

delegazione in partenza per forum mondiale dell'acqua

Giulia Piatti a Brasilia per il World Water Forum.  La studentessa del “Don Milani” è stata, infatti, scelta dal Miur per rappresentare l’Italia all’8° World Water Forum di Brasilia che si svolgerà dal 18 al 23 marzo a Brasilia. 

La studentessa del quarto anno dell’ISISS Don Milani, indirizzo Liceo artistico – Figurativo sarà chiamata a discutere nel vertice internazionale dei problemi legati all’acqua e si proporranno soluzioni a quelli più urgenti, coinvolgendo anche gli enti locali.

Fondato dal World Water Council (il Consiglio Mondiale dell’Acqua), il Forum avrà come tema la condivisione dell’acqua (“Sharing Water”) per accendere i riflettori sul ruolo che riveste l’acqua nell’unire comunità e abbattere barriere. Il vertice chiamerà a raccolta capi di Stato, ministri, decision maker di alto livello, esperti e professionisti del settore, enti locali e  ricercatori.

In questa cornice, Giulia potrà confrontarsi, nell’ambito dello Youth Forum, con le esperienze delle delegazioni di studenti e studentesse provenienti da tutto il mondo. I partecipanti saranno chiamati poi a produrre una dichiarazione, completa di proposte progettuali legate alla didattica digitale, da inserire nel Report 2018 delle Nazioni Unite “Nature-based Solutions for Water”.

La studentessa del Don Milani si è distinta nelle due competizioni nazionali “Water Hack”, il primo hackathon della scuola italiana interamente dedicato al tema dell’Acqua, che si è tenuto il 27 e il 28 settembre 2017 a Milano e in quello di Perugia , svoltosi tra il 6 e il 7 febbraio 2018 presso il Segretariato WWAP, il Programma delle Nazioni Unite per la valutazione delle risorse idriche.

«L’esperienza didattica ha lo scopo di promuovere le competenze di cittadinanza globale e di imprenditorialità- ricorda il prof. Emanuele Marcora referente per l’Istituto delle attività legate agli hackathon, -Giulia potrà contribuire allo sviluppo e all’accelerazione delle idee e proposte progettuali presentate a livello nazionale, e mettersi a confronto con metodologie didattiche innovative».

«La conoscenza è sempre più un viaggio – sostiene il dott. Mita, dirigente scolastico dell’Istituto tradatese – che ogni studentessa e ogni studente sono chiamati a compiere verso la comprensione critica del mondo e, attraverso di essa, la scoperta dell’identità profonda di sé».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 marzo 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore