Entrare in carcere per scoprire il teatro: iscrizioni aperte per “contaminarsi”

Diversi gli appuntamenti in programma da aprile a maggio con l'associazione Oblò e l'amministrazione penitenziaria

teatro pinocchio carcere busto

In occasione della quinta edizione della Giornata Nazionale del Teatro in Carcere, indetta il 27 marzo 2018 in concomitanza con la Giornata Mondiale del Teatro (World Theatre Day), anche la Casa Cirondatiale di Busto Arsizio aderisce all”evento. (Nella foto uno spettacolo di qualche anno fa)

L’associazione L’Oblò Onlus per il teatro in carcere, che opera nel carcere bustocco, ha previsto diverse attività per l’occasione. l periodo di rappresentazione degli spettacoli promossi per la Giornata del teatro in carcere è esteso dal 20 marzo al 30 aprile.

Il programma:
10 aprile: rappresentazione dello spettacolo “Pirandello Remix”, per gli studenti del Liceo M.Curie di Tradate, nel teatro interno. Lo spettacolo nasce dal mix di due note novelle pirandelliane, La Giara e La Patente, già riscritte da Pirandello per il teatro come atti unici. Le abbiamo unite in una trama inedita, in cui i personaggi e le azioni si intrecciano e si giustificano a vicenda, con l’esito di una commedia ironica che affronta con leggerezza il tema dell’esclusione e del “tirare a campare” in modo insolito.
Lo spettacolo ha debuttato nel 2017 al Teatro Sociale di Busto Arsizio ed è stato replicato all’Auditorium Gaber di Milano, Palazzo della Regione. In entrambe le occasioni i detenuti attori in scena hanno potuto godere del permesso speciale di uscita per rappresentare lo spettacolo al di fuori del Carcere.

14 – 28 aprile: i primi due appuntamenti del progetto CONTAMIN-AZIONI, Seminari teatrali all’interno del Carcere per liberi e diversamente liberi. Laboratori espressivi per detenuti ed esterni interessati al progetto.
Temi tratti dal libro “Essere esseri umani” della psicoterapeuta Marta Zighetti, Ed. D’Este. Cosa significa “essere esseri umani”? Cosa significa essere in relazione?
I laboratori vogliono riflettere e agire in questa corrente: saranno momento di integrazione, realizzati all’interno della Casa Circondariale di Busto Arsizio, destinati un gruppo di “attori amatoriali” composto da persone detenute e persone “non ristrette” (studenti universitari, interessati, giovani, adulti), che accederanno alla Casa Circondariale e lavoreranno insieme ai detenuti al progetto teatrale.
Il saggio della Zighetti vuole porre particolare attenzione al tema della compassione umana che deve guidare le nuove politiche sociali ed economiche verso la cooperazione e la ridistribuzione e non verso la competizione e l’accumulo.
Con il sostegno di Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus

Gli altri seminari (sabato mattina ore 9-12):
14 e 28 aprile: scrittura creativa con la drammaturga Laura Tassi.
5 maggio: voce con il cantautore Marco Belcastro.
19 maggio: movimento espressivo con la danzatrice Francesca Cervellino.

Iscrizione entro il 6 aprile.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 marzo 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore