Gli eventi di Bustolibri.com dal 13 al 21 marzo

Proseguono gli eventi ospitati nella galleria Boragno al primo piano di via Milano 4

libreria boragno

Continuano per tutto il mese di marzo gli appuntamenti culturali organizzati da Bustolibri.com nei suoi spazi di via Milano 4 a Busto Arsizio.

Di seguito l’elenco dei prossimi eventi:

– martedì 13 marzo alle 21 tornerà alla Galleria Boragno Gilberto Squizzato per la presentazione del suo nuovo libro “Se il cielo adesso è vuoto”, pubblicato da Gabrielli Editori. Regista, giornalista e scrittore, Squizzato approfondisce anche in quest’ultimo saggio la sua riflessione sulla spiritualità iniziata con i precedenti “Il miracolo superfluo” e “Il dio che non è Dio”: il suo scritto prefigura uno scenario inedito in cui una certa visione del sacro va sempre più affievolendosi, a favore di un tempo nuovo in cui è possibile affermare che una fede insieme laica e cristiana è oggi possibile. Eloquente in questo senso il sottotitolo del volume: “È possibile credere in Gesù nell’età post-religiosa?”. Il libro sarà presentato in un dialogo con il giornalista Stefano D’Adamo.

– giovedì 15 marzo alle 18.15 sarà presentato alla Galleria Boragno il libro “Una scuola felice” di Luciana Bertinato, edito da Franco Angeli. L’autrice, già insegnante di scuola primaria, dal 1995 fa parte della “Casa delle Arti e del Gioco” fondata da Mario Lodi a Drizzona (Cremona), che promuove corsi di formazioni per insegnanti e laboratori creativi per bambini; in questo libro, una via di mezzo tra diario, romanzo e manuale di didattica e pedagogia, riflette sugli strumenti più adatti per mettere in atto una buona azione educativa e costruire una scuola in cui tutti siano protagonisti del fare e del pensare, dell’impegno e del gioco, del lavoro e della festa.
La presentazione, introdotta da Milly Paparella, sarà accompagnata dalle letture di Massimo Aspesani, Cinzia Berutti e Patrizia Fazzini.

– sabato 17 marzo alle 18 sarà presentato alla Galleria Boragno il libro “Il mare davanti” di Erminia Dell’Oro, edito da Piemme. L’evento, organizzato dall’associazione Quindi, sarà l’occasione per riflettere insieme sul tema dei rifugiati e dell’accoglienza attraverso la storia di Ziggy, protagonista della vicenda. Il libro mira a rispondere alle domande che in molti si pongono sul tema: perché lasciare la propria casa, i parenti e gli amici rischiando la vita per venire in Italia? Perché affrontare un viaggio pericoloso e pieno di incertezze? Tanto anche in Europa c’è la crisi, di lavoro non se ne trova. Ed è vero, ammesso che riescano ad arrivare vivi, questi ragazzi non avranno vita facile neppure qui: ma, come insegna la storia di Ziggy, è meglio in Europa che in un paese dove di fatto sei un prigioniero.
L’associazione Quindi gestisce a Busto Arsizio il progetto di coabitazione “Vivere insieme”: Giulia, Daiana e Davide hanno scelto di convivere con Amara, Sirifo e Mohammed, tre persone che da poco hanno ottenuto il permesso di soggiorno per motivi umanitari e che resteranno a Busto per un periodo di 6 mesi, rinnovabile una sola volta per altri 6 mesi. Il progetto di accoglienza abitativa è stato stipulato grazie a una convenzione con Refugees Welcome. Maggiori informazioni sul sito www.quindiabusto.it.

– domenica 18 marzo alle 17 secondo appuntamento con il corso di lettura “Quattro strane coppie” a cura di Laura Pariani e Nicola Fantini, un originale parallelo tra gli scrittori consacrati con il premio Nobel e i più importanti autori italiani del Novecento. Protagonista del secondo incontro sarà l’abbinamento tra “La vista da Castle Rock” di Alice Munro, Nobel nel 2013, e “La penombra che abbiamo attraversato” di Lalla Romano; seguiranno il 25 marzo Mario Vargas Llosa (“La festa del caprone”) e Leonardo Sciascia (“Todo modo”), il 15 aprile José Saramago (“Le intermittenze della morte”) e Italo Calvino (“Il cavaliere inesistente”). Quest’ultimo incontro si svolgerà a Orta San Giulio.
Il costo di partecipazione a ogni incontro è di 10 euro a persona.
In allegato la locandina dell’iniziativa.

– martedì 20 marzo alle 20.45 quarto appuntamento con il ciclo di Conferenze sulla salute psicofisica e il benessere organizzate da Davide Nicastri, esperto counselor a indirizzo psicosintetico. Gli incontri, che prevedono l’intervento di una serie di qualificati specialisti, hanno come comun denominatore il benessere personale in tutte le sue declinazioni, dalla salute fisica a quella mentale, passando per le relazioni sociali.
La conferenza di martedì sarà dedicata alla “Astrologia evolutiva”, un’antichissima disciplina che contiene principi universali e preziose indicazioni diagnostiche: relatrice sarà la dottoressa Patrizia Dossi, che si occuperà dell’utilizzo dell’astrologia come strumento diagnostico per svelare il disegno di una vita, trovare il significato di una particolare esperienza vissuta, capire le dinamiche e il senso delle relazioni, e di molte altre applicazioni alla vita quotidiana.
Il ciclo di conferenze proseguirà fino al 31 maggio, per un totale di 9 incontri. I successivi appuntamenti sono fissati per martedì 10 aprile (“Cani e gatti in salute con i fiori”) e domenica 22 aprile (“Il dodecagramma della guarigione”).
L’ingresso a ciascuna conferenza ha un costo di 5 euro (gratuito per studenti), mentre l’abbonamento all’intero ciclo di incontri è in vendita a 20 euro. La prenotazione è obbligatoria e può essere effettuata contattando Bustolibri al numero 0331-635753 o all’indirizzo mail eventi@bustolibri.net.

– mercoledì 21 marzo alle 20.45 terzo incontro del ciclo “Parliamo d’Arte?”, tenuto da Sara Rizzo e dedicato ai legami tra arte e letteratura, con l’obiettivo di scoprire insieme i maestri della pittura dei secoli passati in abbinamento con libri e romanzi ispirati alla loro opera. La serata di mercoledì sarà dedicata alla figura di Raffaello Sanzio e al libro “Guardami negli occhi” di Giovanni Montanaro, che racconta la storia dell’ultimo dipinto del maestro urbinate, il ritratto della Fornarina. Il ciclo di incontri si concluderà mercoledì 11 aprile con la serata dedicata a Paul Gauguin e alla sua biografia, “La luna e sei soldi” di William Somerset Maugham.
L’ingresso a ogni incontro ha un costo di 10 euro a persona. Studenti e insegnanti possono partecipare utilizzando rispettivamente la piattaforma 18App e la Carta del Docente.
Per informazioni e prenotazioni contattare lo 0331-635753 o l’indirizzo mail eventi@bustolibri.net.

Si segnala anche una piccola modifica alla pagina Facebook della libreria, che da questa settimana ha assunto il nome di Mondadori Bookstore (Busto Arsizio) e il logo ufficiale Mondadori Store. Grazie a questa novità, le iniziative promosse da Bustolibri potranno godere di maggiore visibilità anche a livello nazionale attraverso il network del gruppo Mondadori. La pagina resta comunque raggiungibile all’indirizzo https://www.facebook.com/Bustolibri/.

Domenica 18 marzo, infine, si aprirà in provincia di Varese la settima edizione del Festival Fotografico Europeo, organizzato da AFI-Archivio Fotografico Italiano. Nel quadro della manifestazione, che proseguirà fino al 22 aprile con oltre 40 eventi in 7 comuni del territorio, la Galleria Boragno ospiterà da venerdì 6 a sabato 14 aprile la mostra fotografica “Effetti collaterali” del fotogiornalista milanese Livio Senigalliesi. Sabato 24 marzo, invece, sarà inaugurata allo Spazio Arte “Carlo Farioli” di via Silvio Pellico la mostra “Optical”, che raccoglie una selezione di immagini provenienti dall’archivio privato di Franco Bonanomi, fotografo bustese scomparso nel 2013.

 

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 13 marzo 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore