“La legge sui vaccini va applicata con intelligenza”

L'assessore alla Sanità regionale Gallera ritorna a parlare di vaccini e di obblighi normativi e invita alla flessibilità in attesa che si esauriscano tutti i controlli

giulio gallera

Dopo l’annuncio della scorsa settimana “Nessun bambino resterà fuori dalla classe”, l’assessore alla Sanità della Lombardia Giulio Gallera interviene ancora sulla legge dei vaccini e invita ad applicarla con “intelligenza” per evitare l’accanimento: « A Milano purtroppo sono stati lasciati fuori dei bambini per meri disguidi ovvero perchè i genitori hanno dimenticato di portare la documentazione vaccinale. La Regione però aveva invitato in questa prima fase ad applicare la norma con intelligenza. Si parla di bambini che sono andati a scuola non vaccinati per sei mesi e non cambia niente per qualche giorno in più. Il tempo per i centri vaccinali della Regione di fare tutti gli accertamenti. L’intenzione è di agire con fermezza contro chi ha chiesto appuntamenti “con intento dilatorio”. Cioè con chi chiede una data per le vaccinazioni e non si presenta, e poi la richiede e nuovamente non si presenta rimandando all’infinito. In questo caso, dopo il secondo appuntamento mancato “verra’ verbalizzata la volontà di non vaccinare i bambini e verrà fatta la segnalazione alle scuole».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 marzo 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore