Sport, per cinque giorni Milano capitale del pattinaggio di figura

Mondiali al via dal 21 marzo al Mediolanum Forum di Assago. Oltre quaranta le nazione coinvolte. Guaineri: “Competizione prestigiosa, c’è molta attesa per questi grandi atleti”

Avarie

Presentati oggi in Sala Alessi a Palazzo Marino i Campionati Mondiali di Pattinaggio di Figura, in programma dal 21 al 25 marzo al Mediolanum Forum di Assago.

Un evento che l’Italia ospita per la quarta volta nella sua storia e che torna nel capoluogo lombardo dopo 67 lunghi anni. L’edizione iridata 2018 vedrà protagonisti 198 atleti provenienti da 43 nazioni e giunge a compimento di una stagione indimenticabile per il pattinaggio di figura e per l’intero mondo del ghiaccio tricolore.

“È un onore ospitare una competizione importante e prestigiosa come i Mondiali di pattinaggio di figura – ha commentato l’Assessore allo Sport Roberta Guaineri -. In città l’aspettativa è alta e siamo tutti in attesa di vedere gareggiare questi splendidi atleti, che sapranno trasmetterci le stesse emozioni già vissute ai Giochi in Corea. Milano può immaginarsi idealmente vicina al pattinaggio artistico. È bello pensarla come una città che per le sue caratteristiche sintetizza le arti che si fondono nel pattinaggio: la bellezza, l’eleganza della danza, la fatica e la ricerca della figura perfetta, si ritrovano nel duro lavoro di ogni giorno, nella ricerca della precisione che c’è dietro un’opera artistica, un capo di moda, un pezzo pregiato di design”.

A meno di un mese dai Giochi Olimpici di Pyeongchang il pubblico italiano avrà così l’imperdibile opportunità di assistere dal vivo alle intense e meravigliose performance dei migliori atleti del mondo, pronti a sfidarsi nuovamente dopo l’indimenticabile rassegna olimpica coreana.

Già 425 le richieste di accredito arrivate al Comitato Organizzatore da giornalisti di tutto il mondo per un evento che conterà 491 programmi televisivi dedicati, 908 ore di trasmissione e un’audience stimata di addirittura 332 milioni di persone.

Ben 587 i volontari coinvolti in un Mondiale che tanto darà a Milano e al suo territorio: 10 milioni di euro l’indotto complessivo e una stima di 1200 addetti ai lavori. Dati che accompagnano una vendita di biglietti stupefacente, che toccherà quota 65 mila tagliandi complessivi con i primi quattro segmenti di gara – programma libero delle donne e galà finale su tutti – che arrivano a registrare soltanto il 2% e 3% di posto ancora disponibili.

“Voglio ringraziare Comune, Regione, ISU e Sponsor – ha detto Andrea Gios, presidente della Fisg -, perché ci permettono di organizzare un evento così importante. Si tratta di una sfida bellissima, difficile, ma che rappresenta i valori fondamentali di questa federazione. I Mondiali arrivano al termine di una stagione memorabile, con risultati di primissimo piano che speriamo di poter ripetere la prossima settimana. Sappiamo che i ragazzi hanno lavorato bene e abbiamo intenzione di offrire un’edizione iridata indimenticabile. In particolare, il dinamismo e l’eleganza del pattinaggio sono perfetti per la città di Milano. Dal punto di vista organizzativo per la prima volta nella storia non si è deciso di appaltare l’evento all’esterno ma invece si è voluto creare un Comitato Organizzativo: così abbiamo ottenuto un risultato economico già soddisfacente e abbiamo cresciuto figure professionali che potranno tornare utili per futuri impegni di questo genere. Auguro un buon divertimento a tutti e, in particolare, ai nostri atleti”.

“Arriviamo a questo appuntamento dopo 12 mesi di lavoro in cui abbiamo ci siamo impegnati duramente per creare un evento capace di andare al di là della semplice manifestazione sportiva – ha aggiunto Stefano Abram, Direttore generale del Comitato Organizzatore -. Per questo abbiamo dato vita a un progetto che ci porta a chiamare ospiti i nostri spettatori perché possano vivere a pieno l'”Italian lifestyle”. Abbiamo raggiunto importanti risultati nella vendita dei biglietti riuscendo a coinvolgere anche territorio e aziende e creando un indotto davvero considerevole”.

“Suzuki non poteva mancare a questo importantissimo evento – ha detto Mirko Dall’Agnola, Direttore commerciale divisione Auto di Suzuki Italia – La nostra azienda è legata da 5 anni alla Fisg con collaborazioni e sponsorizzazioni e non a caso la Federazione fa anche uso delle nostre vetture. Abbiamo già avuto un grande ritorno grazie alla passione, all’impegno e ai risultati ottenuti dagli atleti. Proprio per questo Suzuki non può che dire grazie e augurare un grande bocca al lupo a tutti”.

“Questo è un Mondiale importante e un appuntamento speciale per noi dopo una stagione olimpica molto pesante – ha concluso Anna Cappellini, atleta della Nazionale Azzurra di pattinaggio di figura -. È bellissimo poter gareggiare in casa davanti a chi ci sostiene, ci segue e ci ama. Pregustiamo questo Mondiale già da mesi e ora vogliamo soltanto godercelo a pieno”.

Con lei, in sala anche gli atleti della Nazionale Italiana Matteo Guarise, Nicole Della Monica, Ondrej Hotarek, Valentina Marchei, Anna Cappellini, Charlene Guignard, Marco Fabbri, Matteo Rizzo e la giovanissima Elisabetta Leccardi.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 marzo 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore