25 Aprile, l’Anpi parteciperà solo alle celebrazioni ufficiali

L'associazione che custodisce i valori della Resistenza fa sapere che, seppur in contrasto con l'amministrazione comunale, non parteciperà a nessuna contromanifestazione

Anpi - Associazione nazionale partigiani

L’Anpi di Busto Arsizio smentisce la propria partecipazione alla manifestazione alternativa della sinistra bustocca. Lo fa sapere il presidente della sezione bustocca Liberto Losa. Pur non condividendo la programmazione stabilita dall’amministrazione comunale guidata da Antonelli non ci sarà nessuna protesta “visiva” da parte dell’associazione che rappresenta i valori della Resistenza in città.

Alla “contromanifestazione” che si svolgerà dopo la messa al Tempio Civico, dunque, parteciperanno solo i rappresentanti della variegata galassia dei partiti e movimenti di sinistra. In un primo momento era sembrato che Anpi, Liberi e Uguali e Pd potessero trovare una sintesi comune per dare un segnale di dissenso ma alla fine Anpi e Pd hanno deciso di non creare divisioni seppur con i distinguo del caso.

La polemica è nata alcuni giorni fa quando l’Anpi è uscita sugli organi di informazione con un comunicato nel quale stigmatizzava il comportamento del sindaco per non aver coinvolto l’Anpi nell’organizzazione della Festa della Liberazione.

 

Di seguito la nota inviata dall’Anpi

 ANPI Busto Arsizio e Associazione Amici di Angioletto Castiglioni hanno constatato che il
Sindaco ha replicato in maniera irruente alle loro contestazioni circa le manifestazioni del 25
aprile senza però spiegare le ragioni delle proprie decisioni. Se ne deve dedurre che si sia
trattato di una scelta politica deplorevole tendente a ridurre ad un mero rituale la festa della
Liberazione.
Non resta che attendere l’Amministrazione comunale alla verifica dei prossimi impegni, a
cominciare dal coordinamento delle Scuole cittadine in preparazione del 25 aprile del prossimo
anno.
In ogni caso, le Associazioni scriventi continueranno a promuovere autonomamente e ad
organizzare, anche insieme ad altre Associazioni, iniziative rivolte soprattutto ai giovani
continuando una tradizione di fattiva collaborazione con le Scuole.
Tuttavia, per il prossimo 25 aprile, ANPI Busto e Amici di Angioletto non credono all’utilità di
iniziative alternative o integrative rispetto a quelle del programma ufficiale del Comune.
Il 25 aprile si festeggia la Liberazione dalla dittatura e dall’occupazione straniera. E’ la festa della
libertà e della democrazia. E’ una festa che appartiene a tutta la Città, che ha espresso un’attiva e
forte e partecipazione alla Resistenza.
Il 25 aprile non ci si divide. Si tratta di un principio irrinunciabile.
Per tali ragioni, ANPI e Amici di Angioletto non hanno promosso iniziative autonome per il 25
aprile e non hanno aderito ad iniziative proposte da altri, diverse da quelle del programma del
Comune.
Tenendo conto, peraltro, della inadeguatezza delle iniziative comunali per il 25 aprile, ANPI
Busto e Amici di Angioletto si faranno promotrici, insieme ad altre Associazioni che si ispirano ai
valori della Resistenza e dell’antifascismo, di un’importante iniziativa in occasione del 70°
anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione.

 

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 20 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore