Abbandonano i rifiuti per strada, individuati e multati

Polizia locale della gestione associata e addetti Coinger hanno aperto i sacchi lasciati in via Castello. Individuate e multate tre persone. E l'amministrazione, come ultimo atto, promette un giro di vite contro i furbetti

Azzate varie

Non è mai troppo tardi per dichiarare guerra a chi sporca, inquina e si fa beffa delle regole di convivenza civile. Azzate da tempo è alle prese con i rifiuti abbandonati per la strada. Sacchi della spazzatura colmi di ogni cosa lasciati negli angoli delle strade, nascosti dietro ai muretti, abbandonati spesso per giorni finché qualcuno non si decideva a fare segnalazione in Comune. Oggi, giovedì 5 aprile, amministrazione comunale e Polizia Locale della gestione associata sono passati al contrattacco.
Un’operazione di “pulizia” che vuole essere un monito per tutti. Così questa mattina gli agenti della Polizia Locale, in accordo con la Coinger, la società incaricata per il recupero dei rifiuti porta a porta, hanno eseguito una serie di controlli sui rifiuti abbandonati in via Castello

Azzate varie

La Polizia Locale con gli addetti Coinger hanno aperto i sacchi e controllato se ci fosse qualcosa che potesse aiutarli ad identificare chi aveva abbandonato la spazzatura. E così è stato. 
Sono stati accertati, a seguito di alcuni controlli a campione, tre persone che illecitamente hanno violato le norme e regolamenti in materia di corretto conferimento e differenziazione dei rifiuti.
Dopo le verifiche del caso sono stati accertati e individuati i trasgressori ai quali è stata contestata la violazione dei regolamenti in materia di igiene e sanità.
Ai trasgressori oltre la sanzione pecuniaria prevista, che in caso di recidiva sarà raddoppiata, è stato imposto la rimozione dei sacchi abbandonati oltre ad un nuovo conferimento degli stessi rifiuti nei giorni previsti da calendario.
Come ultimo atto del suo mandato l’amministrazione comunale pare voglia dare una svolta a questo malcostume piuttosto diffuso su tutto il territorio. Allo scopo anche la polizia locale si sta dotando di apparecchiature di video riprese mobili da installare nei punti “sensibili”, scelti con frequenza da chi abbandona i rifiuti .

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore