Abbattuto il cavallo ferito durante le prove del Palio di Legnano

Per il cavallo "Polveroso" è stato disposto l'abbattimento perchè ritenute troppo gravi le ferite alla zampa. La LAV accusa: "La vita di questo cavallo pesa sulle coscienze di tutti"

morte cavallo polveroso

Non ce l’ha fatta Polveroso, il cavallo che si è infortunato durante le prove del Palio di Legnano. Secondo quanto ricostruito dalla Lav di Busto Arsizio per l’animale è stato disposto l’abbattimento. I veterinari hanno prima provato a medicare il cavallo e poi praticato l’eutanasia sull’animale a bordo del mezzo sul quale era trasportato.

“Durante la seconda corsa delle otto in programma, il cavallo montato da Dino Pes ha avuto un cedimento alle zampe anteriori ed è crollato a terra, coinvolgendo nella caduta i cavalli che sopraggiungevano a gran velocità, in particolare quelli montati da Martin Ballesteros e da Gavino Sanna” scrive la Lav in una nota. E se da un lato “il fantino Pes ha riportato un trauma toracico e Sanna alla tibia” dall’altro “il cavallo è stato sedato e successivamente è stato deciso l’abbattimento valutando troppo grave la ferita alla zampa posteriore destra“.

Con la vicenda di Polversono la Lav torna a puntare il dito contro l’utilizzo degli animali nelle manifestazioni sportive. “La vita di questo cavallo pesa sulle coscienze di tutti – prosegue la nota della Lav -: sulle amministrazioni comunali che dati gli introiti continuano a far svolgere queste manifestazioni, sui fantini che partecipano per i premi in denaro, di una informazione dalla parte del Palio, e un pubblico che non è assolutamente dalla parte dei cavalli e che andrà a vedere sicuramente il palio di Legnano, che in passato ha già visto abbattere e morire il cavallo Balosso, senza rendersi conto di quello che c’è dietro queste manifestazioni”.

di
Pubblicato il 09 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore