Arianna Castiglioni super, oro agli Assoluti anche nei 50 rana

La nuotatrice di Busto Arsizio, 21 anni, allenata dal tecnico federale Gianni Leoni e già vincitrice dei 100 rana ai campionati italiani Assoluti in corso a Riccione, ha preceduto Martina Carraro

Arianna Castiglioni

Arianna Castiglioni super anche nei 50 rana. La nuotatrice di Busto Arsizio, 21 anni, allenata dal tecnico federale Gianni Leoni e già vincitrice dei 100 rana ai campionati italiani Assoluti in corso a Riccione, ha preceduto Martina Carraro (Fiamme Azzurre/NC Azzurra) in 30”93, quanto basta per il pass continentale (tempo limite 31”2) che segue quello conquistato nella doppia distanza.

«Mi dispiace per il crono, forse ho patito un po’ la stanchezza – afferma l’atleta tesserata per Fiamme Gialle e Team Insubrika – Pensavo di poter ritoccare il record». La Castiglioni detiene già il record dei 50 rana (30”67) e difenderà i colori italiani agli Europei di Glasgow del prossimo agosto (3-9).

Per il resto, un grandissimo Fabio Scozzoli ha ottenuto il record italiano nei 50 rana 26”73, abbassando di diciotto centesimi il 26”91 che aveva stabilito lo scorso 26 luglio ai mondiali di Budapest: «Questo primato è frutto di un grande lavoro che continua quotidianamente, senza mai trascurare nulla – spiega l’atleta tesserato per Esercito e Imolanuoto ed allenato da Cesare Casella -. Nello sport non è mai facile migliorare e poi confermarsi. Ci sto riuscendo, mi diverto ancora e credo di aver intrapreso il percorso giusto per scoprire ulteriori margini. In futuro mi piacerebbe insegnare nuoto ai più giovani, credo di avere tanto da trasmettere».

Tris di Simona Quadarella che, dopo i titoli negli 800 e nei 1500, si ripete nei 400 stile libero in 4’06”78. La 19enne di Roma – bronzo iridato nei 1500 a Budapest 2017, seguita da Christian Minotti – demolisce il primato personale (precedente 4’08”16), proiettandosi dal nono al terzo posto tra le performer italiane e fissando il sesto tempo mondiale stagionale.

Emozioni anche nel finale con Gregorio Paltrinieri che in scioltezza vince i suoi 1500 stile libero. Il 23enne di Carpi – campione olimpico, bimondiale e tricontinentale della distanza – nuota in 14’50”35, quarta prestazione iridata dell’anno.

Argento per Matteo Rivolta, atleta di Arconate delle Fiamme Oro, arrivato secondo nella staffetta 4×100 stile libero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore