Bigia a scuola, non avverte i genitori e scatta l’allarme sui social

Il giovane è tornato a casa intorno alle 19 dopo una giornata di apprensione per i genitori. Intanto sui social sono stati pubblicati diversi annunci della sua scomparsa

Primo giorno di scuola a Varese

Fortunatamente la giornata di paura per i genitori di un giovanissimo studente varesino si è conclusa nel modo migliore, col ritorno a casa del ragazzino intorno alle 19. Prima però ci sono state ore di vero e proprio panico e allarme, veicolato non senza esagerazioni sui social network, Facebook e Whatsapp soprattutto.

La vicenda parte la mattina di lunedì 9 aprile: il dodicenne in questione viene accompagnato dal padre a Varese, in zona Casbeno, vicino alle Poste, a poche centinaia di metri dalla scuola media che frequenta. Ma il giovanissimo decide di non andare a scuola e di spegnere il cellulare, forse non sapendo che i suoi genitori sarebbero subito stati avvertiti dell’assenza dal registro elettronico, consultato già in mattinata dalla madre.

L’ansia è cresciuta col passare delle ore, visto che lo studente non ha fatto ritorno a casa. Sui vari gruppi Whatsapp della scuola, ma non solo, è cominciato a circolare l’appello stile “Chi l’Ha Visto?”, con tanto di foto del minorenne. Stesso discorso per Facebook, dove l’immagine e l’appello per la sparizione del giovane sono stati condivisi da centinaia di persone, alcune vicine alla famiglia, altre attirate dall’onda emozionale tipica dei social network, ore prima che i genitori sporgessero denuncia.

Solo intorno alle 18/18.30 padre e madre preoccupati per la prolungata assenza del figlio sono andati dai carabinieri, che hanno avviato le ricerche, interrotte poco dopo dalla telefonata del ragazzino, rientrato a casa verso le 19 dopo una giornata di “libera uscita” senza permesso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore