Cain e Delas, la strana coppia è sempre più solida

I due pivot della Openjobmetis faticano a contenere il roccioso Knox ma disputano una partita di ottimo livello. Larson non fugge dalle responsabilità. E poi Okoye fa saltare il banco

Openjobmetis Varese - Sidigas Avellino 82-75

AVRAMOVIC 6,5 – Primo periodo da califfo del basket: 14 punti in 10′, tre bombe a segno – non sempre comode – e tanta tanta presenza sul parquet, a dare continuità al gran finale visto contro Pesaro. Poi Aleksa non trova più quegli spunti, e forse in alcuni momenti rinuncia anche a cercarli: peccato, anche per l’1/7 conclusivo in avvicinamento al canestro. Ma la sua rimane una prova ampiamente sufficiente.

NATALI 5 (IL PEGGIORE) – Nove minuti necessari ad allungare le rotazioni, in assenza di Wells. Questa volta però non si fa trovare granché pronto e, soprattutto, è in campo nel momento più difficile per Varese.

VENE 5,5 – Serata negativa nel reparto ali forti: Caja parte con Siim-Sander, poi prova Ferrero, infine torna con il titolare ma non trova grandi contributi dal tandem italo-estone. Mestiere, posizione ma anche una certa fatica contro i vari Likhodey e compagnia cantante. Gran difesa sul russo nell’azione dell’ultimo pareggio, vanificata da un fallo.

OKOYE 8 (IL MIGLIORE) – Strappa di forza la palma del più bravo di serata – e probabilmente anche la posizione “numero 1” della settimana – con un canestro irreale, realizzato dopo una mezza dormita e un carpiato necessario a farsi spazio tra i tentacoli di Stojanovic. Ma in una gara per larghi tratti imperfetta (7/21 al tiro), Stan anche stasera aveva posizionato sprazzi notevoli: il secondo periodo e le due triple del quarto conclusivo che hanno ridato a Varese l’inerzia. MVP anche dei nostri lettori.

TAMBONE 6 – Se al tiro non incide quasi mai – un bel cesto appena entrato e poi solo ferri – in regia dimostra di essere lucido e ispirato: 5 assist, un paio da applausi scroscianti. E in difesa, tutto sommato, non va male: se Smith va “solo” a folate, è perché il Tambo riesce ad arginarlo.

CAIN 7 – In una partita molto complicata, contro un avversario che si è rivelato davvero molto ostico (l’ex Fortitudo Knox), il pivot del Minnesota esce comunque con una pagella da “primi della classe”. I falli complicano il suo cammino, che però è fatto anche di tante giocate notevoli come quel rimbalzo offensivo preso in tuffo a 7 metri dal canestro o il percorso quasi netto in lunetta (7/8), non certo la specialità della casa. 15 punti e 23 di valutazione.

DELAS 7 – Ormai sono in pochi a rimpiangere Norvel Pelle, dal punto di vista della funzionalità. Marione torna in quella che è stata la sua casa, si prende qualche applauso e diversi fischi ma fa alla grande il suo dovere, pur dovendo spendere (come Cain) parecchie penalità contro Knox. Miglior rimbalzista biancorosso, il migliore (11) nel plus/minus.

FERRERO 5 – Come accennato sulla pagella di Vene, oggi la giornata è stata negativa anche per il capitano, capace di trovare un (solo) canestro, bello, in entrata ma poco altro. Prova, come sempre, a rendersi utile ma quando la Betaland preme e sorpassa, Ferrero è tra quelli che non riescono a difendere il fortino biancorosso. Seconda prova “faticosa” per l’anima della squadra.

LARSON 6,5 – I “partitoni” sono altra cosa, ma Larson a Capo d’Orlando disputa una prova solida, giudiziosa e in fin dei conti positiva e utile. Azzoppato da qualche problema di falli, dà il meglio di sé nel momento in cui sembra in difficoltà: triplone prima, penetrazione del +2 (tutt’altro che semplice e scontata) nel cuore dell’ultimo minuto di gioco. Tyler sa farsi perdonare: il canestro appena descritto arriva dopo una brutta palla persa, la rimessa che ispira la magia di Okoye giunge dopo una gestione confusa del possesso decisivo.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 08 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore