Coppia denunciata per ricettazione: a casa una “profumeria”

I due accusati di ricettazione dai carabinieri di Cuvio. Parte della refurtiva riconsegnata

Avarie

Prendevano quel che gli serviva dagli scaffali, senza pagare. E poi, lui e lei, se ne andavano tranquilli a bordo della loro auto.

Ed è così che i carabinieri della stazione di Cuvio – compagnia di Luino – li hanno incastrati, risalendo alla targa della macchina.

Questa mattina, venerdì, dopo aver avuto il via libera della Procura, la perquisizione domiciliare dove sono saltati fuori profumi, bagnoschiuma, asciugamani calze e oggettistica da profumeria: una specie di piccolo negozio in miniatura, da quanto era fornito l’appartamento della cittadina.

Tutto materiale che la coppia di nazionalità marocchina tra i 40 e i 50 anni è accusata di aver sottratto in alcuni esercizi della Valcuivia e di Gavirate.

E sarebbe proprio la denuncia fatta dal negozio “da Moreno”, a Rancio Valcuvia, ad aver attivato il lavoro dei carabinieri.

Le “strane sparizioni” si sono verificate anche all’interno del Centro commerciale di Gavirate, presso il negozio “Alcott”.

L’accusa è quella di ricettazione: parte della refurtiva è stata riconsegnata ai legittimi proprietari.

di
Pubblicato il 06 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore