Erba capitale regionale degli scacchi per due giorni

Nel pomeriggio di giovedì 12 aprile LarioFiere ospiterà Francesco Cucca, campione quattordicenne affetto da patologia neuromuscolare a cui verrà consegnata una borsa di studio

La grande partita di scacchi in simultanea

Tutto pronto per i due grandi eventi, patrocinati da Regione Lombardia e Comune di Erba, che trasformeranno Erba (Co) in capitale regionale di scacchi.

Mercoledì 11 aprile alle ore 17.30, presso la sede erbese dell’Istituto San Vincenzo in via Garibaldi 54, si terrà il convegno “Una buona mossa. Strategie e tattiche degli scacchi per crescere nella vita”; mentre giovedì 12 aprile, presso l’ente fieristico LarioFiere (via Resegone), la Finale Regionale dei Campionati Giovanili Studenteschi di Scacchi anno scolastico 2017-2018 per le Scuole Primarie, Secondarie di Primo e Secondo grado, organizzata da FSI Federazione Scacchistica Italiana, CRL Comitato Regionale Lombardo e MIUR Ufficio Scolastico per la Lombardia in collaborazione con ASD Gruppo Sportivo Istituto San Vincenzo di Erba (Co) e ASD Scacchistica Cerianese di Ceriano Laghetto (Mb).

Due appuntamenti che metteranno sotto i riflettori gli scacchi, lo sport che, grazie alle sue enormi potenzialità, da gioco di nicchia sta diventando sempre più un passatempo per chiunque e a tutte le età, da personaggi noti come il divulgatore scientifico Piero Angela al compositore di fama mondiale Ennio Morricone, fino ai giovani che lo studiano a scuola e agli anziani che ci giocano per conservare l’agilità della mente.

Gli scacchi creano un modo di pensare, costringono a misurarsi con le proprie decisioni e ad accettarne le conseguenze e, affrontando vittorie e sconfitte, fanno crescere. Aiutano inoltre a potenziare l’intuizione e le capacità gestionali in qualunque situazione, a rispettare le regole e gli altri, e a esercitare pazienza e correttezza.

Per questo, supportati anche dalle direttive europee del programma “Scacchi nelle scuole”, da anni l’Istituto San Vincenzo di Erba e Albese con Cassano (Co) propone gli scacchi ai ragazzi della Scuola Primaria e Secondaria di Primo grado come attività formativa nel loro processo di apprendimento scolastico. E credendo fortemente nello sport degli scacchi come strumento educativo, cognitivo e didattico, ha deciso di organizzare con A.S.D. Scacchistica Cerianese “Una buona mossa. Strategie e
tattiche degli scacchi per crescere nella vita”, il convegno aperto a tutti di mercoledì 11 aprile, presso l’Istituto San Vincenzo.

Il convegno, coordinato dall’addetto stampa della FSI (Federazione Scacchistica Italiana), Adolivio Capece, sarà un momento di confronto e riflessione sul ruolo formativo e pedagogico di questa disciplina sportiva. Tra gli ospiti, Patrizio Pintus, psicologo dello sport e docente/formatore del CONI che parlerà di “Scacchi: tra gioco e agonismo”, la docente di matematica a Voghera (Pv) Alida Battistella, che si soffermerà su “Gli effetti benefici degli scacchi: apporti matematici, psicologici e letterali”, Alessandro Dominici, educatore e Presidente di A.S.D. Alfiere Bianco di Savigliano (Cn), che presenterà “Il Progetto CASTLE: una buona pratica educativa” e Giuseppe Lisimberti, delegato della provincia di Milano del CRL (Comitato Regionale Lombardo), istruttore e Presidente A.S.D. Scuola Scacchi Cormano (Mi) che si analizzerà “Il rapporto scuola – scacchi come è e come potrebbe essere”.

Momento clou del convegno “Una buona mossa” sarà la testimonianza di Luca Moroni, il 17enne scacchista, Grande Maestro, Campione Italiano Assoluto e studente con ottimi voti al liceo scientifico “Ettore Majorana” di Desio (Mb). Moroni racconterà la sua storia, da come si è avvicinato agli scacchi a come questa disciplina l’abbia aiutato a scuola e a crescere, fino ai suoi progetti futuri.

Il convegno sarà seguito, giovedì 12 aprile dalle ore 9 a LarioFiere, dalla Finale Regionale dei Campionati Giovanili Studenteschi di Scacchi anno scolastico 2017-2018 per le Scuole Primarie, Secondarie di Primo e Secondo grado. Più di 550 giovani, qualificati dalla fase provinciale e provenienti da quasi tutte le province lombarde, si sfideranno alle 280 scacchiere e si contenderanno la partecipazione alla finale nazionale a Montesilvano (Pe) dal 10 al 13 maggio.

Tra i qualificati anche tre squadre dell’Istituto San Vincenzo: la squadra femminile composta da Ciccarone Isabella, Menga Valentina, Ballabio Greta e Zagaglia Elisa, la squadra mista da Cazzaniga Enrico, Basilico Davide, Nava Sofia, Vergallo Giorgia, Sun Leen, Casati Davide e la squadra della Primaria da Petrini Alessandro, Castelnuovo Andrea, Rizzi Tommaso, Basilico Alice, Castelletti Joele e
Vergallo Andrea.

Nel pomeriggio di giovedì 12 aprile LarioFiere ospiterà Francesco Cucca, il campione quattordicenne iscritto al Circolo Scacchi Lodi affetto da Smard 1, una patologia neuromuscolare rarissima che non gli permette di camminare, muovere le braccia e respirare da solo. Recentemente Cucca ha vinto la sfida “Uno contro tutti”, organizzata in occasione dell’evento “Scacco matto alle malattie rare” svoltosi a Como al Teatro Sociale, sbaragliando dodici avversari in altrettante partite.

A Francesco verrà consegnata una delle quattro borse di studio del valore di mille euro che ogni anno la Federazione Scacchistica Italiana mette a disposizione a giovani campioni affetti da disabilità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore