Hamdaoui sfiora il titolo intercontinentale di muay thai

Il portacolori del Team Combattimento.com pareggia a Tokyo contro il giapponese Ishi. «Questo match è un onore, ma ho un po' d'amaro in bocca»

moshin hamdaoui muay thai arti marziali team combattimento.com

Si è conclusa con un risultato prestigioso ma senza titolo finale l”importantetrasferta giapponese di Mohsin “Muzzi” Hamdaoui, il kickboxer varesino del Team Combattimento.com impegnato a Tokyo in un incontro valevole per il titolo intercontinentale di Muay Thai per la sigla WMC.

Hamdaoui, impegnato nella categoria dei superleggeri (limite dei 63,5 Kg) ha pareggiato contro il giapponese Tatsuya Ishi al termine di un match in cui i due contendenti non sono riusciti a prevalere sull’avversario. Dopo una prima ripresa di studio, “Muzzi” ha iniziato a lavorare l’avversario con colpi forti dalla distanza e con una serie di tecniche di gomito e ginocchiate a corta distanza. Hamdoui si è aggiudicato secondo e terzo round, ma all’inizio della quarta ripresa Ishi ha iniziato il contrattacco e ha fatto sue le ultime due frazioni. Il verdetto finale è così stato di pareggio.

«Mi rimane un po’ di amaro in bocca per aver sfiorato questo traguardo e per non aver portato la prestigiosa cintura in Italia – spiega Hamdoui dopo il combattimento – Per me é stato comunque un onore poter combattere con questo forte atleta giapponese e in un’arena e in una cornice magnifiche».

Al fianco di “Muzzi” il maestro Alessandro Aimetti, responsabile del Team Combattimento.com: «La qualità e il lavoro svolto in questi anni stanno dando frutti: andare a competere in questi eventi e strappare un pareggio in casa dei giapponesi è veramente un’impresa. Noi siamo sempre pronti a migliorarci e come scuola cerchiamo persone normali per renderle vincenti come è accaduto con Muzzi».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore