Insostenibilità e globalizzazione se ne parla allo spazio Scopricoop

Gino Pastore presenterà "Insostenibilità" (Edizioni D'Este) alla Coop di via Daverio a Varese martedì 10 aprile alle ore 17 e 30

gino pastore

Nel nuovo libro di Luigi Pastore dal titolo “Insostenibilità” (Edizioni D’Este) si affronta uno dei temi più dibattuti negli ultimi anni: il cambio di paradigma. Molte delle nostre certezze sono già state travolte. Interi pezzi del sistema, dalla finanza ai tradizionali modelli produttivi, dalle strutture della conoscenza a quelle sociali, si sono già disgregati sotto i colpi di una tecnologia in grado di condizionare ogni momento della nostra vita.

In questo contesto, secondo Pastore, è importante stabilire delle priorità esistenziali il più possibile svincolate da quelle tecnostrutture che tanti disastri hanno causato. Per superare una società liquida e una contemporaneità frantumata occorre una nuova visione fondata sulla conoscenza, non sulla credenza e tantomeno sul tecnicismo, sulla diversità di pensiero e non sul pensiero unico. In questo quadro la parola chiave è: redistribuire, libertà e risorse, per ridare dignità a tante esistenze.

In anticipo sulla realtà dei fatti, Pastore richiama a un principio di responsabilità tutti coloro che hanno le leve per agire sulle nuove piattaforme digitali globali, come Facebook, Google e Amazon. L’uso arbitrario degli algoritmi ci rende tutti meno liberi e dunque la possibilità di creare un ecosistema dell’informazione sano e trasparente non può che partire  da una alternativa a quei giganti che condizionano la libertà di espressione. L’Unione Europea potrebbe giocare un ruolo fondamentale in questa scacchiera dove si muovono le pedine della conoscenza, ricostruendo quell’identità democratica comune sacrificata sull’altare della tecnologia senza confini.

Per rialzare la testa servono soluzioni sistemiche che di fatto già ci sono anche se troppo spesso relegate al ruolo di nicchia alternativa e utopica. L’economia circolare, il riuso, la green economy, l’economia civile, che rivaluta il ruolo centrale del bene pubblico, sono già esperienza reale in grado di abbattere le disuguaglianze crescenti e di evitare lo sfruttamento scriteriato delle risorse ambientali. È in questa direzione che, secondo l’autore, vanno orientati la tecnologia, gli investimenti e la ricerca.

Gino Pastore presenterà “Insostenibilità” allo spazio Scopricoop alla Coop di via Daverio a Varese martedì 10 aprile alle ore 17 e 30.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore