La Mam non chiede il fallimento. I lavoratori garantiscono la produzione

I sindacati (Fiom, Fim e Uilm) richiamano la proprietà a un atto di responsabilità: «È dalla fine del mese di marzo che gli amministratori e i legali rappresentanti non si presentano in azienda»

MAM di Morazzone

Martedì 9 aprile su richiesta delle organizzazioni sindacali (Fiom, Fim e Uilm) si è tenuto un nuovo incontro con i rappresentanti della direzione aziendale della Mam Collettori spa di Morazzone per conoscere il destino dell’azienda, dopo l’annuncio fatto dalla proprietà il 21 marzo scorso di voler  presentare istanza di fallimento.

Durante l’incontro è stato comunicato ai sindacati che per il momento non è stata presentata alcuna istanza fallimentare , ciò non toglie però che ci siano alcuni problemi perché, sostiene il sindacato dei metalmeccanici, «è dalla fine del mese di marzo che gli amministratori e i legali rappresentanti non si presentano in azienda», rendendo difficoltosa l’amministrazione anche negli aspetti più ordinari, dai pagamenti dei fornitori ai pagamenti degli stipendi. «È un comportamento che rischia di lasciare l’azienda in un vuoto amministrativo. Richiamiamo perciò a maggiore responsabilità quelle persone che sono legalmente e formalmente i datori di lavoro di circa 100 famiglie» scrivono Fiom, Fim e Uilm.

Nell’incontro è emerso inoltre che alcuni importanti clienti hanno manifestato la necessità di aver garantita la continuità produttiva. Cosa che, nonostante i timori e la situazione di enorme incertezza, i lavoratori con grande senso di responsabilità hanno assicurato. «Nell’assemblea di questa mattina – scrive ancora il sindacato – i lavoratori hanno convenuto nell’invitare tutti i soggetti in causa ad essere chiari nelle loro intenzioni, prima che sia troppo tardi per risolvere una situazione che si è fatta complicata».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore