“La Pro Sesto? Un valore per tutta la comunità”

Ivana Boffo è da pochi mesi alla guida dell'associazione dopo uno storico "cambio al vertice": «Un incarico impegnativo ma che ho accolto con entusiasmo»

sesto fiorita

Da Sesto Fiorita agli eventi di Natale passando dalla partecipatissima serata dei Fuochi d’artificio alla gestione dell’InfoPoint sul Ticino e del museo: a Sesto Calende c’è un gruppo di volontari che non riposa mai. Anzi, in ogni momento dell’anno è al lavoro e pronto per organizzare e gestire momenti di socialità, festa e incontro per tutta la comunità. Si tratta della Pro Sesto Calende, la pro loco cittadina molto radicata e attiva sul territorio.

Lo Speciale Sesto Calende

Quello in corso, tra l’altro, per l’associazione è un anno molto particolare. Da un lato perché la pro loco sta vivendo un momento di transizione dopo il passaggio di consegne tra il presidente storico dell’organizzazione, Romano Marafini (che l’ha gestita con passione per il mandato record di quasi mezzo secolo), e il nuovo direttivo guidato da Ivana Boffo, commercialista sestese molto conosciuta in città. Dall’altro perché, insieme ad altre realtà cittadine, avrà un ruolo di primo piano nel coordinamento degli eventi legati al “Comune europeo dello sport“, titolo che la città ha ottenuto per il 2019 e che comporterà un grande impegno sul fronte organizzativo oltre che della promozione dei valori dello sport e di uno stile di vita sano e attivo.

«Gli eventi e le attività che fanno capo o vedono la pro loco più o meno coinvolta a Sesto sono veramente tanti – spiega Ivana Boffo -. Ho accolto l’idea di candidarmi che mi è stata proposta e il nuovo incarico con grande entusiasmo ma ammetto che, anche se con il mio vice Andrea Scandola e tutta la squadra del direttivo ci siamo messi subito all’opera, sono ancora in una fase di osservazione».

«Il mio predecessore ha animato questo gruppo e seguito a tempo pieno e con grande dedizione le attività dell’associazione – prosegue Boffo – e faremo del nostro meglio per continuare con questo spirito. Per il momento, dovendo conciliare l’impegno in pro loco con il lavoro ci siamo concentrati sulla suddivisione dei compiti e sulla condivisione delle iniziative in programma, anche con l’amministrazione e le altre organizzazioni sestesi. Per quanto mi riguarda ho cercato di apportare alcune piccole innovazioni come una gestione dei conti più strutturata e l’iscrizione all’Unpli, l’associazione nazionale delle pro loco».

Il primo evento in programma in primavera è Sesto Fiorita che si terrà nel centro cittadino dal 28 aprile al 1 maggio ma gli appuntamenti targati Pro Sesto Calende proseguiranno per tutto l’anno. «Fare di più in termini di iniziative forse sarà difficile – conclude la neo presidente -. Ma c’è un obiettivo che mi piacerebbe realizzare, ossia far avvicinare sempre più persone, di tutte le età, alla nostra realtà e a quanto di positivo rappresenta per tutta la comunità».

Gli articoli dello Speciale Sesto Calende

di mariacarla.cebrelli@varesenews.it
Pubblicato il 07 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore