L’ex diventa sempre più violento, allontanato

Accolta la misura richiesta dalla Procura su indagini della Polizia nei confronti di un 38enne che perseguitava la ex-moglie

commissariato busto arsizio polizia

Per un anno ha sopportato i messaggi minatori via chat, le telefonate, gli appostamenti ma quando lui ha cominciato a presentarsi a casa, pretendendo di entrare per picchiare presunti amanti ha deciso di denunciare l’ex-marito per le continue vessazioni a cui la sottoponeva.

Per questo gli agenti del Commissariato di Busto Arsizio hanno potuto notificare ad un 38enne di Busto Arsizio il divieto di avvicinamento alla donna, firmato dal giudice per le indagini preliminari del tribunale bustocco.

L’uomo, infatti, aveva fatto capire più o meno velatamente di essere pronto ad azioni violente anche nei confronti della donna dalla quale si era separato da circa un anno e di non avere paura di finire in galera.

La persecuzione virtuale, però, si era ben presto trasformata in fisica con appostamenti sul luogo di lavoro della donna o nei pressi dell’abitazione per verificare la presenza di altri uomini. Quando l’uomo ha iniziato a pretendere di entrare in casa con calci e pugni al portone, si è reso necessario l’intervento degli inquirenti che in breve tempo hanno raccolto elementi sufficienti per chiedere una misura cautelare a protezione della vittima.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore