Marco Nigro presidente di “imprese del verde” di Confartigianato Lombardia

Lo scorso 27 marzo, a Roma Confartigianato ha costituito la categoria a cui fanno riferimento le aziende dei settori del giardinaggio, della cura del verde e del florovivaismo

Avarie

Lo scorso 27 marzo, a Roma Confartigianato ha costituito la categoria “Imprese del verde” a cui fanno riferimento le aziende dei settori del giardinaggio, della cura del verde e del florovivaismo. Alla presidenza è stato eletto Christian Mattioli, imprenditore di Reggio Emilia e rappresentante regionale della categoria. Mentre nel Consiglio direttivo, oltre al presidente Mattioli, sono stati eletti Stefania Dal Maistro (Veneto), Marco Miori (Trentino), Cristiano Reali (Toscana) e Marco Nigro (Lombardia), appartenente a Confartigianato Imprese Alto Milanese, (nella foto il secondo da destra). Nigro, ventiquattrenne perito agrario e agrotecnico, con diploma dell’Istituto agrario G. Mendel di Villa Cortese, è il nuovo presidente di Confartigianato Imprese del verde di Lombardia.

Tra le priorità individuate dal gruppo dirigente nazionale vi sono il presidio del tavolo tecnico filiera florovivaismo istituito presso il ministero delle Politiche agricole e forestali, il rilancio e la stabilizzazione del “bonus verde” introdotto dalla Legge di Bilancio 2018, il contratto collettivo nazionale di lavoro del settore e il monitoraggio sul territorio dell’applicazione del profilo professionale del manutentore del verde previsto dalla Legge 154 del 2016.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore