Maria Rosaria Valentini e Emiliano Bezzon, incontri alla Ubik

Doppio appuntamento alla Libreria Ubik di Varese, di piazza Podestà per il fine settimana

Ubik Busto

Doppio appuntamento alla Libreria Ubik di Varese, di piazza Podestà per il fine settimana. Sabato 14 aprile, ore 18, sarà ospiti Maria Rosaria Valentini, col suo nuovo romanzo “Il tempo di Andrea”, edizione Sellerio. Condurrà l’incontro la giornalista Ambretta Sampietro.

Andrea non parla, e nessuno conosce la sua identità. Si ritrova apparentemente senza memoria in un letto di ospedale, e solo a lui è affidata la ricostruzione di una vita. Sembra nascondere una fuga da amori scomparsi e tuttavia inestirpabili, ed è segnato da un dolore che non riesce a condividere. In balia del presente, di infermieri e dottori, circondato da pazienti smarriti e silenziosi, fatica a riprendersi la sua esistenza. Non parla, ma in realtà non fa che chiacchierare e interloquire con se stesso.  I medici lo studiano, lui studia i medici che non si sono accorti che sta guarendo. Non vuole che lo sappiano, si sente abbandonato nella sua stanza, e soprattutto si chiede: ma com’è possibile che nessuno sia riuscito a risalire a lui, che nessuno abbia scoperto che si chiama Andrea, che ha avuto una moglie, una figlia, un lavoro…? Il passato riaffiora attraverso la faticosa memoria delle persone care, delle quali annota ricordi e frammenti di vita, scrivendo di nascosto e continuamente occultando queste sue confessioni. È sempre sul punto di raccontare tutto ai medici, e sempre procrastina la sua rivelazione. Dalle parole non dette ma pensate scaturiscono storie, personaggi, situazioni, si va formando la strada che lo riporterà lentamente al presente, che potrebbe farlo ritornare a casa. Nella sua mente è come un teatro di carne e di ombra, c’è l’ex moglie Ernestina, con la quale ha avuto una separazione più intensa di un’amputazione fisica. Poi la figlia, alla quale non riesce a rinunciare, e il padre Leandro, e un’emozione di costante nostalgia per la madre Magnifica, custode dei racconti di famiglia, e per la portinaia Zaira, con la quale ha condiviso tanti segreti. Le loro vicende, l’ascesa di Andrea verso la consapevolezza, diventano materia di avventura e di ricerca, in un percorso psicologico profondo narrato con scrittura lucida e raffinatissima, colma di un mistero sorprendente.

Domenica 15 aprile, alle 11, incontro con Emiliano Bezzon con “I delitti della Città in un giardino”, edizione Macchione. Condurrà l’incontro il giornalista Andrea Giacometti.

Protagonista indiscussa dell’Antologia è Varese, la ‘Città in un giardino’. Nelle sue ville, sulle rive del suo lago e nelle sue strade, lo scorrere della vita quotidiana porta con sé storie di umane passioni: dall’odio all’amore, dalla rabbia all’invidia, celate nella indiscussa bellezza dei luoghi. L’Isolino Virginia, i Giardini Estensi, la piazzetta della Motta, Villa Andrea, Sant’Ambrogio e il Campo dei Fiori diventano, in ogni racconto, i testimoni, ancor più che l’ambientazione, di intricati delitti. Ma a Varese c’è Regina De Caro, giovane e determinata Maggiore dei Carabinieri, il cui raffinatissimo intuito e, tipicamente femminile, non dà scampo ai colpevoli. La raccolta termina con un volo dal lago ai grattacieli di Milano, tra Piazza Beccaria, Corso Vittorio Emanuele e le vie della periferia milanese, per un’indagine condotta al ritmo di “Non c’è Milano”, una canzone di Fabrizio Canciani, scrittore e cantautore troppo presto scomparso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore