Mattarella convoca il secondo giro di consultazioni

Si tratta del secondo “round” di consultazione dopo che i primi colloqui tra il Presidente Mattarella e i gruppi parlamentari non avevano portato ad un risultato

quirinale

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella riprenderà giovedì 12 aprile le consultazioni per la formazione del nuovo Governo.

Si tratta del secondo “round” di consultazione dopo che i primi colloqui tra il Presidente Mattarella e i gruppi parlamentari non avevano portato ad un risultato.

Ecco dunque il calendario dei lavori e dei colloqui al Quirinale, gli ultimi ad essere sentiti saranno i delegati del Movimento 5 Stelle.

Giovedì 12 aprile 2018
ORE 10.00 Gruppo “Per le Autonomie (SVP-PATT, UV)” del Senato della Repubblica
ORE 10.30 Gruppo Misto del Senato della Repubblica
ORE 11.00 Gruppo Misto della Camera dei deputati
ORE 11.30 Gruppo “Liberi e Uguali” della Camera dei deputati

ORE 16.30 Gruppi “Partito Democratico” del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati
ORE 17.30 Gruppi “Lega-Salvini Premier”, “Forza Italia-Berlusconi Presidente” e “Fratelli d’Italia”, del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati
ORE 18.30 Gruppi “MoVimento 5 Stelle” del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati

Venerdì 13 aprile 2018
ORE 10.30 Presidente Emerito della Repubblica: Sen. Dott. Giorgio Napolitano
ORE 11.15 Presidente della Camera dei Deputati: On. Roberto Fico
ORE 12.00 Presidente del Senato della Repubblica: Sen. Maria Elisabetta Alberti Casellati

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore