“Mi hanno tagliato il gas per un debito di 39 centesimi”

Da tre giorni Luca e la sua famiglia vivono senza metano perchè Enel Gas ha interrotto la fornitura per un debito di 0,39 euro: "Nessuno sa dirci quando ci allacceranno di nuovo"

gas metano

E’ un po’ come stare in campeggio: niente acqua calda, niente riscaldamento e cibi cucinati sul fornelletto. Solo che Luca, sua moglie e sua figlia non sono in una tenda ma sono nel loro appartamento di Saronno dove dal 10 aprile Enel Gas ha tagliato la fornitura del metano. Il motivo? Un debito di ben 39 centesimi di euro.

«Il taglio è stato effettuato per morosità ma io non ero a conoscenza, non avendo ricevuto tramite posta nessun sollecito» racconta Luca. L’importo da restituire a Enel Gas è di 253,92 euro, una cifra che Luca ha provveduto subito a pagare pensando forse di essersi perso qualche bolletta. Ed è stato con quel dubbio che quindi è andato a controllare sul sito dell’azienda scoprendo così di «vantare un credito da Enel Gas per 253,53 euro: quindi in sostanza mi hanno tagliato la colonna per un mio debito di 0,39 euro».

Un pasticcio al quale si è aggiunta un’odissea tra i vari operatori dell’assistenza clienti. Luca ha infatti contattato più volte il servizio clienti ma viene rimbalzato da un operatore all’altro e nessuno sa dirgli quando la fornitura verrà ripristinata. E così, nel frattempo, «per cucinare ci siamo attrezzati con un fornello da campeggio e per lavarci scaldiamo l’acqua sempre grazie a questo fornellino»

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 12 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giorgio Martini Ossola

    Due anni fa successe una cosa simile a mia madre che ha 78 anni,a causa di un ritardato pagamento di una settimana per una bolletta dopo 8 mesi vennero e gli asportarono il contatore,questo nonostante tutte le bollette fossero state saldate.La lasciarono al freddo e senza gas dal 5 febbraio per i successivi tre mesi,non ci fu nulla da fare,dovetti rifare un contratto con altra società e nuovo contatore,ad oggi nonostante mi sia rivolto all’ass. consumatori nessuno ha pagato per il danno recato.

Segnala Errore