Miele, il sogno mondiale è realtà. Dipalma, che peccato

Sogno realizzato per il veterano che ha terminato 16° la prima gara mondiale della carriera. Il giovane malnatese costretto al ritiro al "Lirenas" quando era in testa

luca beltrame mauro miele rally tour de corse 2018

Missione compiuta per l’inossidabile Mauro Miele. L’espertissimo pilota di Olgiate Olona – già campione sulle due ruote e ottimo rallysta – ha coronato il proprio sogno: partecipare e portare a termine una gara del Campionato del Mondo. Un’impresa riuscita alla bella età di 62 anni, coronata anche da un piazzamento di tutto rispetto: Miele ha infatti concluso il Tour de Corse in 16a posizione assoluta, secondo degli italiani dopo un ottimo Andolfi (11° e terzo di Wrc2).

Miele ha gareggiato in Corsica con la Citroen Ds3 Wrc, vettura di casa con le insegne della DreamOne Racing, affiancato da Luca Beltrame, il navigatore piemontese che sta accompagnando l’esperto pilota nostrano in questo ritorno all’agonismo. L’equipaggio numero 81 ha dovuto adeguarsi agli pneumatici imposti per regolamento (differenti rispetto a quelli utilizzati nelle altre gare) e a una posizione di partenza “arretrata” rispetto alle vetture della stessa classe (la priorità è infatti riservata ai partecipanti al Mondiale nelle diverse classi).

Se a ciò aggiungiamo le difficoltà di una gara così difficile – avversari fenomenali, prove speciali molto lunghe e tortuose – quella di Miele e Beltrame può davvero essere considerata una piccola impresa. Il miglior risultato su singola prova (18°) è arrivato nella PS10, l’ultima del sabato, ma la costanza nei risultati ha permesso all’accoppiata della DreamOne di terminare il “Corsica” al 16° posto.

La gara, quarta del Mondiale Wrc 2018, è stata vinta dalla Ford Fiesta dei francesi Sebastien Ogier e Julien Ingrassia, primi con un vantaggio di 36″ sulla coppia estone Tanak-Jarveoja sulla Toyota Yaris. Podio completato dalla Hyundai dei belgi Neuville e Gilsoul. Per Ogier si tratta della terza vittoria in questa stagione: il transalpino è saldamente in testa al campionato.

DIPALMA, CHE PECCATO

Un altro pilota molto atteso nel fine settimana era Giò Dipalma, iscritto dell’ultim’ora al Rally Lirenas, prima delle quattro gare che compongono l’interessante IRC Cup. Il malnatese, recente campione al “Laghi”, è stato grande protagonista nella prima metà della gara laziale: dopo la giornata del sabato Dipalma (su Skoda Fabia R5 navigata da “Cobra” era in testa alla classifica assoluta. Il sogno di vincere il Lirenas si è purtroppo interrotto nella prima speciale di domenica, la PS5, a causa di un’uscita di strada che ha causato il danneggiamento di una ruota della vettura. L’incidente dell’arrembante pilota varesotto ha così dato il via libera a Luca Rossetti (Skoda Fabia), grande favorito per la vittoria della IRC Cup.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 09 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore