Nuova piazza, Tigros, area feste e farmacia. Solbiate Olona cambierà volto

Il sindaco Melis ha fatto il punto su diverse opere avviate o in procinto di partire. Proseguono i lavori di compensazione di Pedemontana mentre si avvicina l'ora X per il piano Tigros

area ex-sir

Il sindaco di Solbiate Olona Luigi Melis fa il punto sulle opere che cambieranno il volto del paese nei prossimi mesi/anni. Dopo anni di sostanziale immobilità dal punto di vista edilizio e urbanistico, infatti, sono partite o partiranno importanti cantieri che cambieranno di molto la fisionomia del piccolo centro della Valle Olona.

I lavori di compensazione di Pedemontana

Il primo aggiornamento riguarda i lavori di compensazione di Pedemontana che sono già iniziati ma che dal mese prossimo entreranno nel vivo con l’avvio del cantiere della piazza di Solbiello e sulla scaletta: «Si sta discutendo sul posizionamento del cantiere per limitare i disagi – spiega Melis -. Si è conclusa la fase di cessione dei privati di alcuni terreni e ci tengo a ringraziarli per aver agevolato l’opera (avranno una targhetta sulla scaletta, ndr). Intanto in via Calvi sono già iniziati già i lavori e con i risparmi si sistemerà anche la scaletta storica di Solbiate».

Il nuovo quartiere Tigros

L’altra opera importante che cambierà il volto di Solbiate Olona è il piano integrato di intervento per la realizzazione del nuovo Tigros nell’area ex-Sir: «In questi giorni sta girando un volantino non veritiero distribuito dalle due liste di opposizione che si sono coalizzate – prosegue Melis – intanto il 23 aprile scadono i termini per presentare le osservazioni ma la maggior parte delle questioni sono state già affrontate con i cittadini. Per questo non ci sarà neanche l’assemblea pubblica che avevamo previsto perchè sono stati già contattati tutti i cittadini interessati e sono state già accolte alcune modifiche».

Lo spostamento dell’area feste

Melis risponde anche ad alcuni dubbi sorti relativamente allo spostamento dell’area feste da via Sanvito alla zona di via Montegrappa-Ortigara-del Lavoro: «La vecchia struttura verrà demolita, boinificata e lasciata in eredità all’amministrazione che verrà dopo di noi – continua Melis – nessuna speculazione su quell’area ma sarà un tesoretto per chi verrà dopo. La nuova struttura per le feste, invece, sarà molto più moderna, meno problematica per il disturbo alla quiete pubblica e dotata di una grossa tensostruttura che coprirà un’area da 500 posti a sedere in modo permanente così da poterla sfruttare anche in caso di maltempo. Stiamo contrattando con Tigros la possibilità di inserire questa copertura tra le opere pagate da loro».

La farmacia comunale all’Iper

Infine l’amministrazione informa sulle ultime novità che riguardano la nuova farmacia comunale: «Si farà e verrá gestita da Saronno Servizi (che gestisce già la piscina e il servizio tributi) con cui abbiamo trovato l’accordo – conclude Melis -. Si farà dentro l’Iper e sarà una farmacia avanzata tecnologicamente con magazzino elettronico. Aprirà ad ottobre».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 20 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore