Picchia la moglie e spaventa la figlia, in manette uomo violento

Solo l'intervento della pattuglia dei carabinieri ha messo fine alle sfuriate dell'uomo che da tempo picchiava e minacciava la moglie e la figlia

violenza donne

Ha picchiato la moglie colpendola al volto e ha minacciato la figlia, accorsa in difesa della madre. Un 65enne albanese (operaio con qualche precedente) è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali dai carabinieri di Busto Arsizio la notte scorsa.

I carabinieri sono intervenuti su richiesta di alcuni residenti del condominio che hanno chiamato il numero unico di emergenza “112” per segnalare una violenta lite in corso. Una volta raggiunta l’abitazione hanno rintracciato l’uomo sulle scale condominiali, in evidente stato di alterazione, e lo hanno immediatamente immobilizzato.

All’interno dell’appartamento, invece, c’erano le due donne in fortissimo stato di agitazione, con evidenti segni di percosse e  contusioni.

Dai conseguenti accertamenti i militari hanno potuto verificare che si trattava dell’ennesimo episodio di violenza in famiglia scaturito nell’ambito di un complesso contesto familiare. Le due donne, una 50enne ed una 18enne entrambe albanesi, erano rispettivamente moglie e figlia conviventi dell’arrestato e vittime, da diversi mesi, dei maltrattamenti.

Entrambe le parti offese sono dovute ricorere alle cure mediche presso il Pronto Soccorso dell’ospedale Busto Arsizio dove sono state dimesse con lesioni guaribili in 7 giorni per “trauma contusivo dell’emivolto destro e della spalla sinistra” (un cazzotto al volto sferrato dall’uomo alla moglie); e 3 giorni per  “forte stato d’ansia” (dovuto agli insulti ed alle minacce che l’uomo poco prima aveva rivolto sia alla stessa figlia che alla madre, peraltro, per quanto appreso, reiterati da diversi mesi).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore