Pinti: “L’amministrazione penalizza il Centro Studi Preistorici e Archeologici”

Un giudizio pesantemente negativo, quello che arriva dal leghista: “l'intenzione della giunta Galimberti sarebbe quella di trasferire la sede dall'edificio di Villa Mirabello"

villa mirabello

All’indomani della seduta della commissione cultura di Palazzo Estense, fissata per giovedì sera alle 18.30, durante la quale si discuterà della nuova proposta di convenzione tra il Comune e il Centro Studi Preistorici e Archeologici di Varese, il consigliere leghista Marco Pinti denuncia il rischio di “penalizzazione di un’importantissima realtà”.

Un giudizio pesantemente negativo, quello che arriva dal leghista: “l’intenzione della giunta Galimberti sarebbe quella di trasferire la sede del Centro dal prestigioso e simbolico, nonché storico, edificio di Villa Mirabello, da sempre fulcro degli studi legati alla preistoria del territorio, ad un’altra struttura. Togliere la sede di Villa Mirabello a questa attività rappresenta un segnale negativo nei confronti di chi da sempre si occupa dello studio e della valorizzazione della storia del territorio varesino. Un atto di scarsa attenzione e sensibilità nei confronti del mondo della cultura”.

Durante la seduta sarà presente Lucina Caramella, Presidente del Centro Studi Preistorici e Archeologici.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore