Pirola conferma Mencarelli: la Uyba riparte con lui

Il netto ko in semifinale non intacca il rapporto tra il presidente e l'allenatore delle Farfalle. "Riportato Busto nella classifica che conta". Il coach vola in Bulgaria con le azzurrine: "Ma stiamo già costruendo la Unet che verrà"

pallavolo uyba 2017 2018

Nonostante il rammarico per il risultato della serie contro Novara e il mancato accesso alla finale, prima di lasciare il palazzetto di viale Gabardi, il presidente della Uyba Volley Giuseppe Pirola conferma Marco Mencarelli alla guida della formazione biancorossa anche per la stagione 2018/2019, proprio nel giorno in cui lo stesso coach festeggia la sua centesima presenza sulla panchina di Busto Arsizio.

«Con Marco ne stavamo parlando da un po’ di tempo ma abbiamo preferito aspettare che cadesse l’ultima palla per dare l’annuncio e quindi sono felice di poter dire che anche il prossimo anno il nostro allenatore sarà il professor Marco Mencarelli e spero che lo sia per lungo periodo. In queste settimane ci siamo confrontati e siamo contenti della stagione.
Abbiamo fatto un bel percorso, partendo praticamente da zero e migliorando in modo continuo. L’obiettivo che ci eravamo dati, ovvero essere tra le prime cinque in classifica e cercare di raggiungere almeno le semifinali, lo abbiamo centrato. Certo mi sarebbe piaciuto fare una semifinale con qualche set in più, ma questo è il tifoso presidente che parla».

Pirola aveva già espresso vicinanza al 55enne tecnico di Orvieto in alcuni momenti difficili delle ultime due annate sportive. «Sono contento della stagione, sono contento di tutta la dirigenza, di tutte le ragazze e del mister – conferma il numero uno della società biancorossa – Adesso lui farà il suo lavoro con la nazionale giovanile e poi inizieremo a lavorare sulla nuova squadra. Unico rammarico, se proprio volgiamo dirlo, sono le Coppe. Io tengo particolarmente a questo discorso e mi sarebbe piaciuto almeno arrivare a giocare la finale di Coppa Italia. Mi resta un po’ di rammarico su questo ma ci riproveremo l’anno prossimo. Intanto siamo riusciti a portare Busto nella “classifica che conta” e questo sarà l’obiettivo anche per l’anno prossimo”.

Anche lo stesso Mencarelli, seppur deluso per il risultato complessivo della semifinale in cui la squadra non è riuscita a vincere nemmeno un set, è soddisfatto di quanto fatto nel corso dell’anno: «Nella serie della semifinale non abbiamo vinto nemmeno un parziale e questo mi dispiace. Non sono contento, come dopo ogni partita che finisce con un punteggio netto. Contro Novara ci è mancato un po’ di opportunismo. Però mi associo alle parole del presidente in merito alla stagione e alle cose straordinarie che abbiamo fatto. Sono risultati gratificanti per un allenatore e per un gruppo che si è costruito una posizione in classifica veramente importante. Apparentemente abbiamo più volte messo in discussione questa posizione ma negli scontri diretti, quelli che potevano compromettere la nostra quarta posizione, abbiamo dimostrato di tenerci e li abbiamo vinti, consolidando quanto di costruito nel girone di andata».

Il discorso del “Menca” dunque è a largo raggio: «Una squadra come la nostra deve sempre  mettere fieno in cascina nel girone di andata. Il futuro inizia da quando è caduta l’ultima palla. Si comincerà già domani mattina anche se io per qualche giorno non sarò presente perché andrò in Bulgaria a seguire la nazionale giovanile impegnata ai Campionati Europei, ma durante ogni giornata non mancherà un momento di confronto con lo staff in relazione alla costruzione della nuova stagione. So di aver trovato grande professionalità nei media con cui ho interagito in questo contesto e per me professionalità vuol dire responsabilità. Io reagisco positivamente all’estrema professionalità che ho riscontrato nei in questo contesto e ricambio il sostegno dei nostri tifosi che non mancherò mai di incitare a sostenerci e a essere sempre con noi. Sono dispiaciuto di non aver ancora regalato loro un risultato sportivo ma sono fiero di come tutti ci sostengono anche nei momenti in cui siamo meno bravi».

di
Pubblicato il 12 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore