Pulizie di primavera nelle acque e sulle sponde del lago

Domenica 8 aprile torna a Porto Ceresio l'operazione Blu Pulito organizzata da GODiving: si puliranno le sponde e i fondali del lago

Porto Ceresio - Blu pulito

Domenica 8 aprile grandi pulizie di primavera a Porto Ceresio,dove è in programma l’Operazione Blu Pulito organizzata dallassociazione GODiving in collaborazione con diverse realtà del territorio e non solo.

I volontari – sommozzatori e “terrestri” – scandaglieranno le acque del lago di Lugano e percorreranno le sue sponde alla ricerca di rifiuti abbandonati nelle profondità o sulle rive. Duplice l’obiettivo: agire direttamente su sponde e fondali cercando nel contempo di sensibilizzare cittadini e turisti verso la bellezza e la precarietà dell’ambiente lacustre prealpino.

Il gruppo sub varesino GODiving, attivo dal 2006 con corsi di sub e iniziative sociali ed ambientali, ha deciso di ampliare il fortunato abbinamento con Spazzatura Kilometrica dell’Associazione ON puntando ad ulteriori promettenti collaborazioni.

Quest’anno, con il nuovo nome “Operazione Blu Pulito”, il progetto si è ampliato includendo Sea Shepherd, l’organizzazione internazionale che si occupa della conservazione della vita marina anche su mandato delle Nazioni Unite (www.seashepherd.it).

«Le nuove partnership non sono terminate – spiegano gli orgnizzatori – intanto VareseMese (www.varesemese.it), in occasione del programma per i trentacinque anni di attività fornirà la copertura media del progetto insieme a Scubaportal (www.scubaportal.it). Hanno altresì offerto preziosi contributi economici Openjobmetis (www.openjobmetis.it) la prima agenzia per il lavoro quotata in Borsa ed Equity Factory (www.equityfactory.it) società specializzata in consulenza M&A e corporate finance. Di rilievo anche il patrocinio di DAN Europe (Divers Alert Network, il centro leader mondiale nella ricerca per la sicurezza delle immersioni) e quello del Comune di Porto Ceresio. Tanta partecipazione – che completa l’ormai abituale (ma non scontata) collaborazione con i sub svizzeri di AsFoPuCe, la Protezione Civile di Porto Ceresio e l’Autorità di Bacino Lacuale Ceresio Piano e Ghirla – è stata evidenziata insieme a Sea Shepherd ed ESA (European Scuba Agency) con una presentazione tenutasi presso la prestigiosa vetrina dell’Eudishow, il salone
azionale delle attività subacquee. GODiving ha anche contattato direttamente decine di gruppi di subacquei e apneisti del Nord Italia dando loro l’insolita possibilità di scambiare idee e opinioni sul progetto e di rendersi utili per l’ambiente che tanto amano».

L’Operazione Blu Pulito sarà arricchita da diversi eventi.

Sabato 7 aprile, alla Biblioteca di Porto Ceresio (alle 21.30) si terrà il  convegno “Laghi e mari: conoscerli, tutelarli”, che vedrà alcuni relatori trattare con un approccio pratico e coinvolgente diverse questioni inerenti agli ambienti lacustri prealpini e a come preservarli per le generazioni future.

Interverranno Michele De Leo di Sea Shepherd Italia, Nicoletta Riccardi (ricercatore del CNR – Istituto per lo studio degli ecosistemi), Claudio Di Manao, autore di “Io sono il mare”, e Daniel Ponti di AsFoPuCe, associazione di volontari svizzeri che da 20 anni opera per ripristinare i fondali di Lugano, Melide, Paradiso, Campione d’Italia, Caslano e Porto Ceresio.

La partecipazione è libera.

Domenica 8 aprile è in programma anche la partenza della tappa ceresina di “Spazzatura Kilometrica 2018” che si svolge in contemporanea anche a Cuasso al Monte.

Sempre domenica 8 aprile la proposta “Pranzo Vegano di Porto Ceresio” in collaborazione con sette locali tra ristoranti, rosticcerie, bar e gelaterie. Ciascun ristoratore, secondo il proprio stile, approccerà il “tema Vegan” proponendo per il pranzo dell’8 aprile un piatto, un intero menu o… un gelato. Il tutto “approvato da Sea Shepherd Italia”.

GODiving ricorda che l’attività di pulizia del lago e delle sponde è aperta a qualsiasi volontario, subacqueo o terrestre. I partecipanti si
raccoglieranno dalle 9.30 a Porto Ceresio nel piazzale sulla SS344 di fronte alla chiesa di S. Ambrogio. Dopo una rapida ed esaustiva illustrazione delle regole di sicurezza e tutela ambientale (sarà per esempio vietato raccogliere organismi viventi), si formeranno i team addetti alla pulizia delle sponde (che copriranno il lungolago pensile e la costa di Porto Ceresio sino alla riattivata Stazione Trenord), quelli di supporto ai sub e le coppie di subacquei e apneisti. Questi ultimi scenderanno nelle acque del lago recuperando quanti più rifiuti possibili (pneumatici, sacchetti, lattine, batterie, bottiglie, vasellame, parti di elettrodomestici o veicoli, persino bidoni della spazzatura) e sistemandoli nei secchi che, periodicamente, i volontari terrestri solleveranno dal fondale.

L’iscrizione all’azione di pulizia per subacquei e non è sul sito di GODiving.

di
Pubblicato il 03 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore