Dove sono e quanto guadagnano i liberi professionisti del Varesotto

I dati del Sole 24 ore fotografano anche la provincia di Varese, con una conferma del ruolo delle aree urbane e qualche dato inaspettato

Economia generiche

Il record di concentrazione (in percentuale) è della piccola Luvinate. Dove una persona su venti , tra quelle che compilano la dichiarazione dei redditi, lavora come libero professionista. In cinque Comuni di montagna invece non si trova neppure un avvocato, un idraulico, un consulente che lavori “in proprio”.

I dati sono del 2017, del ministero dell’Economia, tratti dalle dichiarazioni Irpef e pubblicati in formato consultabile (organizzato su tre mappe) dal sito del Sole 24 Ore. Sono dati parziali, in realtà, come si legge nell’introduzione dell’articolo firmato da Riccardo Saporiti, ma offrono comunque qualche chiave di lettura interessante.

Il primo dato è quello della concentrazione percentuale degli autonomi, con cui abbiamo aperto questo articolo: nella mappa sono in toni di arancione i Comuni dove il numero di liberi professionisti è sopra la media nazionale dell’1,87%, mentre in toni di blu sono i Comuni con dato sotto la media (blu scuro corrisponde a dato zero).

Una mappa che restituisce l’immagine di quattro “isole” in provincia dove si concentrano percentuali superiori alla media nazionale. Le “isole” corrispondono all’area urbana di Varese, all’agglomerazione Gallarate-Busto e in misura minore (anche per motivi demografici: abitano e lavorano meno persone) anche alla zona del Basso Verbano di Sesto Calende e dintorni e alla costa del Lago Maggiore.

L’area di Varese e dintorni ha un dato decisamente alto: a Varese città i liberi professionisti sono il 3,11% contro la media nazionale dell’1,87, ma sono sopra media anche tutti gli altri dieci piccoli Comuni circostanti, con il record di Luvinate che tocca il 5,88%.

All’area di Busto e Gallarate si aggiungono, sopra media, anche i Comuni di Castellanza e Olgiate Olona: la percentuale è di poco sopra la media nazionale (2,2%, anche se Gallarate tocca il 2,5) ma bisogna considerare che in questi soli quattro Comuni si concentrano oltre 160mila abitanti. Da notare invece che tutti i Comuni intorno a Malpensa sono sotto la media, esclusa la minuscola Vizzola Ticino dove si arriva al 2.82%.

Nel range tra 2 e 3% c’è anche una stretta fascia della costa del Lago Maggiore: corrisponde ai Comuni di Castelveccana, Porto Valtravaglia, Brezzo di Bedero. C’è poi anche Saronno, che tocca il 2.63%, a differenza però di tutto il suo territorio che è sotto la media.

Un’altra mappa illustra invece il dato del reddito medio dei liberi professionisti, confrontandolo con quello di un lavoratore dipendente. Anche questa mappa ripropone in qualche modo la concentrazione in “isole”: dove ci sono più professionisti, c’è una differenza marcata tra redditi degli autonomi e redditi dei dipendenti.

Un esempio? Prendiamo i Comuni più popolosi: a Varese un libero professionista “guadagna” 53.930 euro l’anno, contro i 25.450 di un dipendente. A Busto il reddito è esattamente il doppio (48mila contro 24mila), mentre il divario è meno marcato a Gallarate, 48,781 a 25mila.
Altri Comuni sembrano confermare questa dinamica. Ad esempio nella piccola Vizzola, che come abbiamo visto era sopra la media percentuale nazionale (unico dei Comuni di Malpensa), c’è una forte differenza: gli autonomi hanno reddito di 46.600 euro contro i 28mila dei dipendenti.

Ovviamente nel valutare la “distanza” di reddito tra autonomi e dipendenti va considerato che i liberi professionisti devono far fronte poi a costi aggiuntivi, compresi quelli previdenziali.

Le mappe di tutta Italia si possono consultare dall’articolo del Sole 24 Ore, qui.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 17 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore