Sequestrano il truffatore per farsi ridare il denaro, arrestati

Padre e figli sono finiti ai domiciliari per aver sequestrato l'agente immobiliare che li avrebbe truffati. Il riscatto richiesto alla moglie era la caparra che si era fatto consegnare

stazione saronno

Avrebbero subito una truffa da un agente immobiliare e, per farsi restituire la caparra da 450 euro, hanno deciso di sequestrarlo e chiedere il “riscatto” alla moglie.

Per questo i carabinieri di Paderno Dugnano hanno arrestato in flagranza di reato un 58nne e i suoi 2 figli di 30 anni, tutti e tre residenti in provincia di Varese, per “sequestro di persona finalizzato all’esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza alle persone”. La vittima è un agente immobiliare di Paderno Dugnano 35enne, a sua volta denunciato per truffa ai danni degli arrestati.

Nella mattinata di ieri (giovedì), la moglie dell’agente immobiliare, ha ricevuto una telefonata dal cellulare del marito ma a parlare non era la sua voce ma quella di uno dei sequestratori che chiedeva la consegna di 450 euro per liberare il marito, dandole appuntamento alla stazione di Saronno per la consegna.

La donna non ha esitato a chiamare i Carabinieri di Paderno Dugnano che, con il supporto dei colleghi di Desio e di Saronno, si sono presentati nel luogo prestabilito per la consegna del danaro, insieme alla moglie del sequestrato. Qui i miltari hanno trovato il 35enne rinchiuso all’interno di un furgone parcheggiato a Saronno e sorvegliato dai tre arrestati che nel frattempo lo avevano spogliato di cellulare, portafoglio e fede nuziale.

Dopo la liberazione i carabinieri hanno ricostruito la vicenda scoprendo la truffa subita dai tre sequestratori. L’agente immobiliare, infatti, aveva fatto visionare loro un appartamento già occupato da altri e si era fatto consegnare la caparra che corrispondeva alla cifra richiesta per la liberazione.

I tre sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa di comparire dinanzi al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Busto Arsizio mentre l’agente è stato denunciato a piede libero per truffa. Le indagini proseguono per chiarire se vi sono aventuali altre vittime dell’agente immobiliare.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 13 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore