Una serata a tema Rocky Horror Picture Show e la musica di Seattle

Il fine settimana delle Cantine Coopuf inizia venerdì 20 aprile, alle 22 con una festa sfavillante e divertente. Sabato serata di cover e domenica aperitivo dell'accoglienza

Generico 2018

Il fine settimana delle Cantine Coopuf inizia venerdì 20 aprile, alle 22 con una festa sfavillante e divertente a tema Rocky Horror Picture Show, organizzata da Arcigay Varese. Una serata di autofinanziamento dalle atmosfere dark e trasgressive che trasformeranno le Cantine Coopuf in un luogo fuori dagli schemi. Il pubblico sarà partecipe della serata immedesimandosi nel celebre film, nelle musiche, nelle battute originali, travestendosi e utilizzando gli storici oggetti di scena come le pistole ad acqua, i coriandoli, i guanti da chirurgo, le lettere J.A.N.E.T. etc…Ospiti speciali della serata gli amici della Chiesa Pastafariana Italiana. Ingresso 5 euro.

Sabato 21 aprile invece, alle 14 e 30 è in programma un laboratorio condotto dalla psicoterapeuta e psicodrammatista Francesca Pelizzoni. Un incontro sulla diversità che permetterà di confrontarsi sul tema del conflitto attraverso la drammatizzazione del conflitto contemporaneo.  La conduttrice Pelizzoni è psicoterapeuta e psicodrammatista (psicodramma classico); è professore a contratto presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia. Si occupa di clinica presso consultori familiari ed è responsabile del servizio di Tutela Minori di Arcisate (VA) e di formazione del personale socio-sanitario. Svolge privatamente attività di psicoterapia a Varese e Milano. Ingresso gratuito.

La sera invece, alle 22, appuntamento con #OverCover, la rassegna di cover particolari, inusuali di Cantine Coopuf presenta: “Sound Of Seattle”, l’omaggio ai grandi nomi della scena grunge di Seattle (Nirvana, Pearl Jam, Sound Garden, Alice in Chains) in veste completamente acustico, e condotto dagli Skassakasta quartetto varesino formato da Marco Mengoni (voce, batteria), Francesca Morandi (basso), Luca Fraula (tastiere) e Luca Pedroni (chitarra). Ingresso libero.

Domenica torna, alle 17, Teranga l’aperitivo dell’accoglienza. Teranga è una parola senegalese che si può sommariamente tradurre come ospitalità ma che in realtà esprime molto di più e significa accoglienza, attenzione, rispetto, gentilezza allegria e il piacere di ricevere un ospite nella propria casa.
Questo è lo spirito che anima il movimento Ubuntu la Cooperativa sociale Ballafon e la Coopuf I.C. nell organizzare le domeniche Teranga. L’incontro tra popoli e culture diverse per raccontarsi confrontarsi esprimere dubbi e perplessità sulla bellezza dell’accoglienza e dell’essere accolti. Le domeniche come giorno di riposo e riflessione nell’ora dell’aperitivo sorseggiando e assaggiando tipiche pietanze che gli ospiti porteranno per farci conoscere le loro abitudini e usanze, un modo per viaggiare restando a casa e conoscere culture e popoli lontani ma vicini nel condividere gl stessi luoghi. Un diverso modo di relazionare che avvicina le diversità e fa accetare l’altro come parte di sé. Ingresso libero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore