Una settimana sotto le macerie di Rescaldina, salvato il cane “Ciclamino”

I vigili del fuoco lo hanno salvato dopo aver sentito dei rumori provenire da una fessura tra le macerie della casa distrutta da un'esplosione. Le sue condizioni sono buone

Una settimana sotto le macerie per Ciclamino

Era lui l’unico disperso del crollo di Rescaldina. Ciclamino, un cane di razza Shitzu, era in casa quando nella notte del 31 marzo scorso un’esplosione ha distrutto una palazzina in via Baracca e di lui non si sapeva più nulla.

Galleria fotografica

Una settimana sotto le macerie per Ciclamino 4 di 4

Ma nella notte di venerdì il cagnolino è stato estratto dalle macerie. Sono stati i Vigili del Fuoco ancora attivi nella zona ad estrarlo, dopo aver sentito dei rumori provenienti da una piccola apertura tra le macerie. Era completamente impolverato ed in stato di shock: il cane è stato idratato, avvolto in un telo termico e tenuto in braccio da un vigile del fuoco perché tremava dal freddo e dalla paura.

Subito sul posto è arrivato un veterinario che ha constatato come le condizioni del cane fossero buone, solo qualche escoriazione sul corpo. Grazie al chip è stato subito riconsegnato alla famiglia.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Una settimana sotto le macerie per Ciclamino 4 di 4

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore