Smart lands e smart communities: convegno all’Insubria

Per due giorni l’Università dell’Insubria ospita il  workshop “Smart Land Varese-Como: Reti, Imprese, Governance” promosso dal Centro di Ricerca SMARTER

Il collegio dell'Insubria

I prossimi 11 e 12 aprile, nelle sedi di Varese e Como dell’Università degli Studi dell’Insubria, è in programma un workshop sul tema “Smart Land Varese-Como: Reti, Imprese, Governance” promosso dal Centro di Ricerca Interdipartimentale SMARTER, diretto dalla professoressa Roberta Pezzetti, docente di International Business e Marketing del Dipartimento di Economia.

Il Workshop si propone di analizzare in chiave fortemente interdisciplinare le sfide e le opportunità che oggi si aprono ai territori per l’avvio di modelli di sviluppo nel quadro di un nuovo paradigma di crescita che si va articolando attorno ai concetti di smart lands e smart communities. Un tema di crescente attualità non solo con riferimento a grandi città e centri urbani, oggi già impegnati in progetti volti alla realizzazione di smart cities e smart districts, ma che sempre più si apre alla sperimentazione su territori di minore dimensione in cui sono spesso radicate eccellenze produttive, tecnologiche, scientifiche e di alta formazione.

È il primo evento di una serie di appuntamenti che toccheranno nei prossimi mesi diversi territori italiani, su iniziativa di Centro SMARTER, il Centro di ricerca “International Study Centre for Smart Organizations Management and Smart Territory Valorization che mette a sistema le competenze di quattro Dipartimenti dell’Ateneo: Economia, Diritto Economia e Culture, Scienze Teoriche e Applicate e Scienza e Alta Tecnologia (DiECo, DiDEC, DiSTA, DiSAT) ponendole al servizio dello sviluppo dei territori in chiave Smart e delle imprese in essi radicate, chiamate a confrontarsi con le sfide imposte dalla quarta rivoluzione industriale.

«Stimolando un ampio dibattito e confronto tra primari attori pubblici e privati dell’innovazione, il workshop offre al territorio insubrico l’opportunità di interrogarsi e di mettere a confronto idee o progettualità per la sperimentazione di nuovi modelli di crescita sostenibile e inclusiva del territorio, inteso quale luogo primario dal quale ripartire per innovare le forme di imprenditorialità, di governance, di socialità e di collaborazione tra tutti gli attori dell’ecosistema dell’innovazione. In discussione è l’opportunità di avviare un nuovo modello di sviluppo in cui la dimensione tecnologica trainata dall’innovazione sia posta al servizio della comunità e della valorizzazione, in chiave innovativa, delle risorse e delle competenze presenti sul territorio per dare vita a originali percorsi di crescita orientati al lungo termine atti da un lato a rafforzarne l’attrattività, dall’altro a garantire traiettorie di sviluppo inclusive e coesive ispirate al senso di appartenenza delle persone al territorio» spiega la professoressa Pezzetti.

I temi che alimenteranno il dibattito nei due giorni del workshop trovano oggi una rinnovata opportunità di slancio nell’ambito del framework definito dal Piano Nazionale Industria e Manifattura 4.0 e dal più ampio SET PLAN europeo, che offrono un set di strumenti ed incentivi alle imprese e ai territorio per rilanciare l’innovazione sostenendo in un’ottica di lungo termine la crescita e la competitività. Il workshop è organizzato in collaborazione con Energia Media, società di comunicazione e networking specializzata sui temi smart city, energia, idrico e della cyber security.

I lavori si svolgeranno mercoledì 11 aprile, dalle ore 9.45 alle 19, nell’Aula Magna del Collegio Cattaneo, Via Dunant 7, a Varese, ad aprire i lavori sarà il Magnifico Rettore, professor Alberto Coen Porisini, e giovedì 12 aprile nell’Aula Magna del Chiostro di Sant’Abbondio, Via Sant’Abbondio 12 Como, dalle ore 9,45 alle ore 17,30.

La partecipazione al Workshop è libera e gratuita, previa registrazione al link di seguito indicato:

http://www.energiamedia.it/smart-land-2018-varese-e-como-1112-aprile/

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore