Torna Vertikal Trail, la corsa sotto il segno di Oliviero Bellinzani

La gara vedrà 200 atleti gareggiare in una corsa in salita con un dislivello totale di 900 metri

Avarie

Il 21 aprile ci sarà la seconda edizione del Vertikal Sass de Fer, il primo Vertikal Trail Running di Varese, organizzato da ASD 100% Anima Trail.

La gara vedrà 200 atleti gareggiare in una corsa in salita con un dislivello totale di 900 metri. La bella novità di quest’anno, è che verrà conferito un premio in memoria di Oliviero Bellinzani – il grande atleta di Brenta scomparso nel 2016 e che amò profondamente queste montagne – a chi in quest’ultimo anno si è distinto divulgano un messaggio positivo nel mondo dello sport.

«Un gesto molto importante perché per lui quelle montagne erano molto importanti e siamo molto contenti della scelta fatta dagli organizzatori», spiega la figlia dell’atleta, Xania Bellinzani.

La seconda edizione del Vertikal Trail Running di Varese, organizzato da ASD 100% Anima Trail con la collaborazione delle Funivie Lago Maggiore è sponsorizzato da
Vibram e sostenuto da Varese Sport Commission, e fa parte del Grand Prix delle
montagne varesine a sua volta sponsorizzato da Fast&Up e Eolo (foto, “team Tre gambe”).

Si tratta di una gara agonistica di specialità Vertical Trail, che vedrà atleti della provincia, ma non solo, misurarsi in una salita tra le più intense e spettacolari: 3500 metri di percorso, una prima parte attraverso il centro abitato di Laveno, poi su dritti fino alla cima del Sasso del Ferro (1062 m s.l.m.) seguendo i piloni della famosa funivia, per un totale di 900 metri di dislivello no stop. Una competizione che lascerà senza fiato anche i più preparati.

I pettorali disponibili sono 200 e si potranno ritirare il giorno della gara dalle 12 alle 14 in via Labiena. La partenza è prevista per le ore 15. Ogni partecipante riceverà a fine gara un pacco omaggio con un gadget Vibram e Fast&Up, un buono ‘Pasta Party’ e un buono per il rientro in funivia. Gli accompagnatori degli atleti potranno salire in funivia fino alla cima del Sasso del Ferro, acquistando un biglietto a prezzo convenzionato presso la biglietteria di partenza in via Don C. Tinelli, 15. Alla fine della gara ci sarà un Pasta Party al Ristorante Funivia dotato di un salone interno con vetrata panoramica sul Lago
Maggiore.
Le iscrizioni sono aperte sul sito: www.100x100animatrail.it

L’anno scorso partecipò alla competizione anche il Super Atleta Constantin Bostan, che nonostante l’amputazione transtibiale, completò la gara raggiungendo la vetta. Quest’anno lo rivedremo ripetere l’impresa insieme ai Super Atleti del Team 3Gambe capitanati da Moreno Pesce (amputato transfemorale) e a Heros Marai, Michele Maggioni. I super atleti affronteranno la Vertikal Trail Running forti delle parole del grande Oliviero Bellinzani, l’Uomo con le Ali che conquistò 1131 vette con una sola gamba:

«Se si vuole ottenere molto bisogna essere disposti a pagare molto, soltanto così è possibile entrare dentro le cose, oltre l’apparenza, fino a viverle, a sentirle come proprie, persi in una dimensione atemporale. È l’infinito che irrompe, pretende il suo spazio e da piccola parte di un mondo a noi esterno, d’un canto ci si ritrova partecipi di un tutto, tanto da poter avvolgere in un unico abbraccio l’universo intero.Ogni cima raggiunta non è una conquista, ma il coronamento di un atto d’amore».

Avarie

OLIVIERO BELLINZANI

Nato a Brenta (nella foto sopra, di Paolo Genovese), paese a pochi chilometri da Laveno, fece delle montagne della Valcuvia, dal Sasso del Ferro, al Monte Nudo, fino al Campo dei Fiori, la sua casa. L’organizzazione a partire da quest’anno, conferirà un premio speciale in
sua memoria a chi nell’anno precedente si è distinto divulgando un messaggio positivo con le azioni che ha compiuto. Il direttivo individuerà un atleta o un gruppo di atleti che verrà premiato a fine gara, indipendentemente dal piazzamento. Scelta importante per mantenere alta la memoria di un uomo che ha dimostrato con le sue imprese, che il limite è prima nella mente e poi nel corpo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore