Ultimo ok della Giunta: cantieri ex Enel pronti a partire

E' stato dato in questi giorni l'ultimo "ok" dalla Giunta comunale di Varese ai cantieri dell'Ex Enel: più precisamente, l'assenso al P.I.I., Programma Integrato d'Intervento

il progetto di ristrutturazione dell'Ex Enel

E’ stato dato in questi giorni anche l’ultimo “ok” dalla Giunta comunale di Varese per la partenza dei cantieri dell’Ex Enel di viale Belforte a Varese: più precisamente, l’assenso al P.I.I., Programma Integrato d’Intervento, che la giunta deve concedere prima dell’inizio di lavori complessi come quelli di quell’area. 

Sono infatti migliaia i metri quadri  abbandonati da anni, che interessano la riqualificazione dell’area ex Enel di Biumo, tra largo IV Novembre e viale Belforte.

«Siamo a poche centinaia di metri dall’area delle stazioni e anche questo intervento dimostra che la riqualificazione delle stazioni sta creando un volano economico per tutta la città e in particolare per le zone vicine – ha commentato l’assessore alla pianificazione territoriale Andrea Civati –  Inoltre, rigenerare le aree dismesse è uno dei nostri obiettivi più grandi: altri interventi sono già in discussione in Comune e si concretizzeranno presto. É il frutto di una grande attenzione al tema, anche grazie ai forti sgravi economici che arrivano fino all’80% della perequazione».

COSA PREVEDE IL PROGETTO

Il progetto vede come principale committente il supermercato Carrefour – Gruppo Fantinato, che trasferirà la medio-piccola realtà di viale Belforte (quella all’altezza dell’ex macello, nell’ex autoconcessionaria Lancia), in questa struttura di quasi 15oo metri quadri. Oltre il Carrefour però sono previsti uffici, locali e altre aree commerciali per quel che riguarda l’area edificata: la Class Immobiliare, che si occupa della vendita dell’area, ha fatto sapere che renderà note tra qualche giorno le realtà commerciali che hanno finora dato la disponibilità ad entrare nell’area e il momento di effettuiva apertura dei lavori.

Dal punto di vista della viabilità e dell’urbanizzazione del quartiere invece, il progetto prevederà  due grandi rotonde che sostituiranno totalmente il semaforo di Biumo – “famigerato” soprattutto dal punto di vista della sicurezza – una pista ciclabile a lato dell’ultimo tratto di viale Belforte, un giardinetto con panchine vicino alla fermata dell’autobus, oltre 150 posti macchina per lo più pubblici (una parte sarà destinata ai clienti del supermercato),un percorso ciclopedonale che collegherà viale Belforte, via dei Mille e via Carcano e persino un’area cani attrezzata, partendo innanzitutto dall’abbattimento dei muri perimetrali dell’area, che hanno nascosto e “protetto” il degrado per tutti quasti anni. In tutto, circa un milione di euro di opere.

 

 

 

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo196

    Mi pare che in questo caso un milione di euro per le opere siano un po’ pochi visto che in altri contesti una rotonda piuttosto semplice sia costata circa 800mila euro che mi parevano una esagerazione visto che con quella cifra si poteva comprare una villa con vista lago mentre per la rotonda non si devono neppure sborsare i soldi per l’acquisto del terreno che è di proprietà pubblica.

Segnala Errore