Varese battuto a Rovato, biancorossi a testa altissima

I bresciani si sono confermati la squadra più forte del girone battendo 39-24 la squadra di Pella e Galante, brava a impegnare a fondo la capolista e capaci di segnare quattro mete

rugby rovato varese 2018

Il big match di domenica in Franciacorta non ha prodotto verdetti definitivi ma essenzialmente due considerazioni. La prima è rivolta agli uomini del Rovato che nel loro splendido impianto, hanno superato con lode l’esame più difficile della Poule Promozione: vincendo 39 a 24 si avvicinano notevolmente alla B, di fatto le bollicine sono già in fresco. L’altra riflessione è rivolta al Varese che ancora una volta, ha dimostrato di tener testa a uno squadrone di tale portata. L’impressione è che i varesini siano sulla strada buona e migliorando qualche dettaglio, potrebbero acquisire un livello di gioco di categoria superiore.

Galleria fotografica

Rugby: Rovato - Varese 39-24 4 di 17

L’inizio di gara non è stato dei più facili per la truppa di Pella e Galante, già sotto 5 a 0 al quinto giro d’orologio, con una meta dell’ala biancoblu Gregory Abeni che dopo una serie di ricicli fatti dai compagni, è partito rapidissimo sull’out di destra e palla in mano è andato a bersaglio.
I biancorossi hanno provato a rimediare ma al 18’ la squadra di casa si è portata sul 12 a 0 con la meta della terza linea Davide Volpari, trasformata da Matteo Suardi che al 26′ ha centrato anche il calcio di punizione del 15 a 0. Il Varese si è rimesso in carreggiata al 32′ con la meta di Filippo Valcarenghi (15-5), in precedenza soccorso dai sanitari, dopo un colpo alla bocca dello stomaco. L’allungo decisivo del Rovato è arrivato nei minuti successivi con le mete di Matteo Squizzato e Abeni. Suardi ha trasformato in entrambe le occasioni, giungendo all’intervallo sul 29 a 5 per la squadra di Porrino e Bergamo.

Nel secondo tempo il Varese ha dato il meglio e ha ridotto lo svantaggio (29-17) grazie alle mete segnate: al 10′ da Mattia Borello e al 31′ da Matteo Broggi. La tifoseria ospite, al gran completo, ha potuto ammirare trenta minuti di grande rugby varesino, ma a spegnere l’entusiasmo ci ha pensato l’esperto Simone Marini, in meta al 34′. Nei minuti finali sono arrivate altre due mete, una per parte: di Michele Carlone quella varesina che è valsa un punto bonus e l’altra siglata ancora da Marini che allo scadere ha fissato la sfida sul 39 a 24 in favore della capolista. Verosimilmente domenica a Lainate, il Rovato festeggerà l’approdo nella prossima Serie B di Rugby.

Per il Varese il campionato continua, e conquistare bottino pieno nelle ultime due sfide (Lyons e Cernusco) entrambe in programma al Levi di Giubiano, potrebbe essere fondamentale per l’eventuale ripescaggio della miglior seconda.

ROVATO – VARESE 39-24 (29-5)
Varese: Broggi, R. De Cecilia, Valcarenghi (Comolli), Fulginiti, F. Bianchi, Pandozy, Banfi (Carlone), Borello (L. De Cecilia), Pellumbi, S. Sessarego (Bobbato), Contardi (Djoukouehi) Spiteri (Martinoli), Gulisano (c.), Dal Sasso, Bosoni (Lahwaidi). All.: Stefano Pella e Mario Galante.
Arbitro: Daniele Vaganelli.

Serie C1 Poule Promozione Girone 3
8a giornata:  Cadetti del Lyons PC-Cernusco 21-18, Cadetti dell’Asr Milano-Lainate 26-19.
Classifica: Rovato 40, Varese 31, Asr Milano Cad. 23, Lyons PC Cad. 16, Cernusco 8, Lainate 6.

di
Pubblicato il 24 aprile 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Rugby: Rovato - Varese 39-24 4 di 17

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore