Varese, giovani avvocati a convegno

L’iniziativa a cura di A.I.G.A. metterà a fuoco i rapporti tra cronaca e diritto. Sabato a Ville Ponti si riunirà il Consiglio dell’associazione

Avarie

Venerdì 6 e sabato 7 aprile 2018 Varese avrà l’onore di ospitare il Consiglio Direttivo Nazionale A.I.G.A. (Associazione Italiana Giovani Avvocati) cui parteciperanno circa 250 colleghi provenienti da tutta Italia.

L’Associazione, cui possono essere iscritti avvocati fino a 45 anni, esiste da oltre 50 anni ed è composta da 127 sezioni presenti su tutto il territorio nazionale. Con i suoi 13.000 iscritti Aiga è l’associazione forense più rappresentativa a livello nazionale non solo dal punto di vista numerico.

L’associazione esprime una doppia vocazione: “scientifica” che si esprime attraverso iniziative formative organizzate dalle sezioni su tutto il territorio nazionale, visitando il sito nazionale di Aiga o la pagina Facebook ci si rende conto di quale e quanto sia il lavoro a livello locale e non solo; “politica” essendo da sempre presente in maniera autorevole nei momenti di confronto che investono i temi di maggiore rilevanza per la giovane avvocatura AIGA è a tutti gli effetti da oltre cinquant’anni uno dei principali interlocutori delle massime
istituzioni politiche, giudiziarie e forensi.

Il Consiglio direttivo nazionale (CDN) è uno dei più importanti momenti di vita associativa di Aiga che vede coinvolti i rappresentanti delle varie sezioni dislocate sul territorio nazionale. E’ una preziosa occasione di confronti tra colleghi provenienti da realtà diverse del Paese nell’ottica di un arricchimento personale e professionale nell’interesse della categoria.

«L’organizzazione del prossimo CDN è un piccolo successo per una giovane sezione come la nostra che esiste da soli 5 anni e un successo per tutta l’avvocatura varesina che annovera tra le proprie fila il Sindaco della Città, il Presidente della Provincia e il Governatore della Regione», spiegano gli avvocati Giacomo Mastrorosa e Carlo Battipede.

Avarie

I lavori si svolgeranno in due giorni.
Il pomeriggio del 6 aprile dalle 15.00 alle 18.00 circa si terrà al Salone Estense il convegno dal titolo “Il precario equilibrio tra diritto di cronaca e giustizia”, moderato da Matteo Inzaghi.

Si parlerà di: diritto di cronaca in fase di indagini preliminari; recente riforma della normativa sulle intercettazioni nel processo penale; vittime dei processi mediatici; profili deontologici: rapporti dell’avvocato con la stampa.
Relatori saranno: Piero Colaprico de “La Repubblica”, Marcello Daniele dell’Università di Padova, Oreste Pollicino dell’Università Bocconi, Sergio Martelli Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Varese.
Sono stati invitati a intervenire all’evento il Sindaco, Il Presidente della Provincia, il Governatore della Regione, i Presidenti dei Tribunali di Varese, Vito Piglionica, e Busto Arsizio, Miro Santangelo, e il Procuratore della Repubblica Daniela Borgonovo.

Il convegno del venerdì sarà trasmesso in diretta radiofonica da Ius Web Law Radio.

Il 7 aprile si terrà il CDN dell’Associazione (aperto a tutti i soci AIGA) presso il Centro Congressi di Ville Ponti dalle 10.00 alle 18.00.
La due giorni è patrocinata dal Comune di Varese, che ha messo a disposizione il
Salone Estense, dalla Provincia e dall’Ordine degli Avvocati di Varese cui vanno i
ringraziamenti della sezione per il supporto.

«Ringraziamenti vanno anche al Presidente di Aiga Alberto Vermiglio ed alla Giunta per aver scelto Varese per il prossimo CDN!», concludono dall’associazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore