Aniello Desiderio protagonista al festival chitarristico

Appuntamento con la seconda serata del festival organizzato dai Mandolinisti Bustesi ai Molini Marzoli

aniello desiderio

Venerdì 18 maggio alle ore 21:00 nella Sala Tramogge dei Molini Marzoli Massari andrà in scena il secondo concerto della XXXIV edizione del Festival chitarristico internazionale bustese, organizzato dai Mandolinisti Bustesi con il contributo dell’Amministrazione comunale.

Protagonista sarà Aniello Desiderio. Nato a Napoli nel 1971 inizia lo studio della chitarra classica all’età di 6 anni. I suoi maestri sono stati Pietro Piscitelli, Bruno Battisti D’Amario e Stefano Aruta, frequentando per diversi anni masterclass tenute dal compositore cubano Leo Brouwer. Si è diplomato nel 1992 con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria. La sua carriera internazionale inizia nel 1989 esibendosi in tutto il mondo.

Ha suonato per alcune delle più prestigiose associazioni musicali nazionali e internazionali e si è esibito con molte orchestre tra cui Berliner Philarmonie, Rundfunk-Orchester, Wiener KammerOrchester, Bach Collegium, Pomeriggi Musicali e I Virtuosi di Mosca “diretti dal M° Vladimir Spivakov” nei teatri più importanti del panorama internazionale come ad esempio Carnegie Hall NY, Alte Opera Francoforte, Filarmonica di Monaco.
Attualmente è docente di chitarra al conservatorio di Potenza e tiene costantemente masterclass nei più famosi festival internazionali di musica del mondo.

Aniello Desiderio è il genere di musicista che sembra essere scomparso tempo fa, porta con sé il pubblico con entusiasmo, come i grandi virtuosi Paganini, Regondi o Giuliani fecero nell’800. Ogni suo concerto è vissuto con il fiato sospeso attraverso cambi timbrici, arpeggi e scale di straordinaria brillantezza e rara eleganza.

L’ingresso è libero e gratuito.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 maggio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore