Trasporto pubblico locale, il Pd chiede chiarimenti sulla riorganizzazione

I consiglieri di opposizione chiedono di essere messi al corrente del lavoro svolto dall'assessore Rogora con l'agenzia che dovrà gestire il trasporto: "Serve un piano complessivo"

I nuovi autobus Stie (inserita in galleria)

L’ormai prossima rivoluzione del trasporto pubblico locale, che vedrà passare all’agenzia di bacino la gestione del servizio oggi fornito da Stie e pagato dal Comune di Busto Arsizio (1 milione all’anno), comincia a preoccupare dopo l‘annuncio da parte dell’assessore Rogora di una riorganizzazione delle linee e delle fermate degli autobus in città.

I consiglieri del Partito Democratico Cinzia Berutti, Massimo Brugnone e Valentina Verga hanno presentato un’interrogazione in commissione per avere chiarimenti su quello che succederà: «L’Assessore Rogora sta sviluppando una trattativa con l’Agenzia di Bacino per il Trasporto Pubblico che porterà, come annunciato, ad un ridimensionamento del Servizio. Crediamo che sia importante conoscere quali indicazioni abbia fornito l’Amministrazione all’Agenzia di Bacino al fine di ottenere un progetto complessivo per il trasporto pubblico cittadino»

I democratici chiedono che vengano illustrate e motivate le scelte che l‘Amministrazione ha compiuto fornendo indicazioni all’Agenzia di Bacino per la riorganizzazione del Servizio di Trasporto Pubblico cittadino e su quali dati.

Qual è l’ipotesi progettuale complessiva del servizio? quali le frequenze delle corse? Quali i sistemi per la lotta all’evasione nei pagamenti? (bigliettazione elettronica?) Quali sono le idee per una movimentazione dei mezzi che sia compatibile con il contenimento dei livelli di inquinamento e rispettosa dell’ambiente? Quale il piano tariffario? Soprattutto quali sono le grandi direttrici del traffico cittadino che sono state individuate e sulle quali saranno collocate le fermate. Come si pensa di garantire il trasporto pubblico nelle zone che, attualmente coperte dal Servizio, ne saranno eventualmente escluse? Come verranno garantiti i collegamenti nelle zone periferiche quali saranno i collegamenti con i Comuni confinanti?

I dem chiedono, inoltre, se verranno introdotti miglioramenti nelle postazioni di fermata quali, ad esempio, tabelloni digitali con indicazioni in tempo reale degli orari di passaggio dei mezzi; postazioni per l’acquisto dei biglietti anche con modalità on line, tramite app o smartphone, qual è il piano complessivo del trasporto cittadino ideato dal Comune: è stato previsto un coordinamento tra i vari servizi di trasporto pubblico.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 maggio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore