Banco alimentare: le richieste di aiuto continuano a crescere

Nell'ultimo anno, sono circa 300.000 le persone che si sono rivolte alle associazioni caritatevoli del territorio. Solo il 5% degli utenti è riuscito a uscire dalla povertà

banco alimentare

Cresce in Lombardia, da parte dei bisognosi, il ricorso alle derrate alimentari gratuite fornite dalla Fondazione Banco Alimentare, arrivate nel 2017 a 18.711 tonnellate (nel 2016 erano state 15.193).

Solo il 5% di chi se ne è servito è riuscito lo scorso anno a uscire dalla povertà.

Il dato è contenuto in una ricerca, effettuata dall’Università Cattolica presso le 1.247 strutture caritative regionali partner dell’associazione, i cui risultati sono stati diffusi oggi, in occasione della presentazione di Bilancio 2017 della Onlus.

Secondo l’analisi, l‘84,5% delle strutture non registra una diminuzione degli assistiti, tra queste il 34% rileva un aumento.

Il 35,7% afferma di non aver visto nessuna persona assistita uscire dalla condizione di bisogno nel corso del 2017, mentre il 43,2% dichiara, appunto, che sono meno del 5% le persone assistite uscite dalla povertà.

«Con la legge regionale 25/2006 e successivamente con la legge regionale 34/2015 – ha detto l’assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità di Regione Lombardia – l’obiettivo individuato di lungo periodo è la riduzione degli sprechi alimentari del 50% entro il 2025. Un passo importante e un impegno comune dove,
accanto al recupero e al riciclo, deve esserci un forte impegno di prevenzione, perche’ la filiera che si costruisca possa vedere al centro il benessere dell’individuo e della comunità».

 

Nell’ultimo anno, grazie al lavoro sinergico con le associazioni del territorio, tra cui
Banco Alimentare, sono state assistite circa 300.000 persone.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 giugno 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore