Gestione dei rifiuti e mobilità: le buone pratiche discusse all’Insubria

“Percorsi di sostenibilità: rifiuti, energia e mobilità – Esperienze a confronto” è il titolo del convegno organizzato dall’Università che si terrà lunedì 18 giugno in via Ravasi

Università dell'insubria di piazza Repubblica

“Percorsi di sostenibilità: rifiuti, energia e mobilità – Esperienze a confronto” è il titolo del convegno organizzato dall’Università degli Studi dell’Insubria con il patrocinio della Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (RUS) lunedì 18 giugno, nell’Aula Magna di via Ravasi 2, a Varese.

Il convegno mira a illustrare i percorsi di sostenibilità avviati dall’Università degli Studi dell’Insubria per incrementare gli impatti positivi in termini ambientali, etici, sociali ed economici sul territorio. Durante i lavori, l’esperienza dell’Università dell’Insubria – in particolare in tema di gestione sostenibile di rifiuti ed energia e mobilità sostenibile – sarà messa a confronto con altre significative realtà presenti sul territorio nazionale e discussa con le istituzioni locali del territorio di Varese.

Le azioni messe in atto dall’Università degli Studi dell’Insubria, come ad esempio l’istituzione della figura del Mobility manager, professoressa Elena Maggi, così come uno studio sulla gestione dei rifiuti in Ateneo, si collocano tra le attività portate avanti dalla Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile – RUS, a cui l’Ateneo prende parte.

La RUS è stata istituita presso la CRUI nel luglio 2016, come prima esperienza di coordinamento e condivisione di informazioni e strategie tra tutti gli Atenei italiani impegnati sui temi della sostenibilità ambientale e della responsabilità sociale. La finalità principale della RUS è la diffusione della cultura e delle buone pratiche di sostenibilità, sia all’interno che all’esterno degli Atenei, mettendo in comune competenze ed esperienze, rafforzando inoltre la riconoscibilità e il valore dell’esperienza italiana a livello internazionale.

La giornata di lavori prevede due sessioni La gestione sostenibile di rifiuti ed energia” e  “La mobilità sostenibile negli spostamenti casa-lavoro”: case history e best practices saranno presentati da rappresentanti oltre che dell’Università degli Studi dell’Insubria, del Politecnico di Bari, dell’Alma Mater Studiorum, Università di Bologna, del Politecnico di Milano,  dell’Università degli Studi di Trento,  dell’Università degli Studi di Milano Bicocca,  dell’Università degli Studi Roma Tre e infine dell’Ufficio Sostenibilità Ambientale e della Provincia di Varese.

La seconda sessione si concluderà con la Tavola rotonda, moderata da Stefania Angelelli, coordinatore nazionale dei Mobility Manager Universitari: “Strategie e buone pratiche di mobilità sostenibile. Interventi dal territorio”, con la partecipazione di Marco Magrini, vice Presidente della Provincia di Varese; Andrea Civati, Assessore Pianificazione Territoriale e Lavori Pubblici del Comune di Varese; Dino De Simone, Assessore all’Ambiente e Sport del Comune di Varese; Leonardo Savelli, Beppe Ferrari, FIAB Ciclocittà Varese.

L’ingresso è libero e aperto a tutti gli interessati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 giugno 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore